Pubblicato il

Marta Grande presidente della Commissione Esteri della Camera

Marta Grande presidente della Commissione Esteri della Camera

Importante incarico per l'esponente locale del Movimento Cinque Stelle, alla sua seconda esperienza in Parlamento. Per Alessandro Battilocchio (FI) la partecipazione a quella Politiche dell'Unione Europea  

CIVITAVECCHIA – Marta Grande è il nuovo presidente della commissione Esteri della Camera. Importante riconoscimento per l’esponente locale del Movimento Cinque Stelle, classe 1987, al suo secondo mandato come parlamentare. 

Già membro Commissione esteri nella precedente legislatura e da ottobre 2014 componente della Commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro. Eletta alle politiche del 2013 alla Camera dei deputati presso la circoscrizione Lazio 1, è stata confermata alle ultime elezioni. Dal Luglio 2013 ha fatto parte del comitato permanente sulla politica estera e relazioni esterne dell’Ue. (SEGUE) 

ALESSANDRO BATTILOCCHIO MEMBRO DELLA COMMISSIONE POLITICHE DELL’UE – Il parlamentare di Forza Italia Alessandro Battilocchio, invece, è stato nominato membro della commissione politiche dell’Unione Europea della Camera dei Deputati. Una commissione fortemente auspicata dal deputato vista la sua esperienza nel Parlamento Europeo maturata nel 2004 quando venne eletto come il più giovane eurodeputato del Parlamento europeo.

“Da sempre sono impegnato sulle Politiche comunitarie che vanno profondamente modificate e migliorate – spiega il deputato – sono davvero contento che in questa legislatura potrò lavorare su aspetti che conosco bene e che sono trasversali a dossier nodali. Trasporti, ambiente, giustizia, immigrazione, agricoltura, difesa, politiche del lavoro sono solo alcune delle tematiche che passeranno dalla commissione Politiche UE. Vedremo anche il programma e l’azione del Ministro Savona che sarà in Commissione nelle prossime settimane. Per me inoltre sarà un’ulteriore opportunità di interagire con il Presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani che è a capo della prima istituzione a 27 dell’Unione e con il quale rafforzerò la cooperazione creando un legame ancora più stretto tra Bruxelles, Roma ed il territorio”. La commissione permanente delle politiche dell’Unione Europea valuta i profili di conpatibilità con la normativa comunitaria per questo motivo riveste un’importanza legislativa rilevante insieme alla commissione bilancio e a quella affari costituzionali. (Agg. 21/06 ore 17.11)

ULTIME NEWS