Pubblicato il

La proposta provocatoria del Pd Tarquinia: ''Ma quale Almirante, dedichiamo una via a Papa Pio XI''

La proposta provocatoria del Pd Tarquinia: ''Ma quale Almirante, dedichiamo una via a Papa Pio XI''

TARQUINIA – Il partito democratico di Tarquinia risponde alla proposta avanzata nei giorni scorsi dagli esponenti di Fratelli d’Italia di intitolare una via a Giorgio Almirante. Il Pd avanza una contro proposta. «Ci rivolgiamo a quei cittadini che guardano con favore l’iniziativa di dedicare una via di Tarquinia a Giorgio Almirante, solo per ricordare loro, sommessamente, che Giorgio Almirante firmò di suo pugno il “Manifesto in difesa della razza” del 1938, redatto da “uomini di cultura” fascisti, che poi fu utilizzato da Benito Mussolini come “base culturale”, come pretesto, per togliere cattedre e incarichi prestigiosi, a illustri personaggi come Bruno Pontecorvo, Ugo Lombroso, Giorgio Levi e molti altri che furono costretti a fuggire in America ove proseguirono una brillante carriera professionale». (agg. 25/06 ore 22.14) segue

 «Molti altri  – dice il Pd – che vollero restare in Italia, furono privati degli incarichi accademici, e deportati in campi di concentramento ove morirono o sopravvissero per miracolo a una vita di stenti e umiliazioni indicibili (Primo Levi, ne costituisce fulgido esempio), unica “colpa” esser di origine ebraica. La strage culturale e umana compiuta in nome della “difesa della razza”, sarebbe stata più imponente se Papa Pio XI, per salvare menti illuminate come Tullio Levi, Vito Volterra, Agostino Gemelli, non avesse conferito loro incarichi presso università e istituti vaticani mettendoli sotto la protezione della Chiesa».  (agg. 25/06 ore 22.45)

«Resta famoso il commento di questo Papa a fronte del documento firmato anche da Giorgio Almirante:  – concludono dal pd – « Ma io mi vergogno… mi vergogno di essere italiano. E lei padre (il gesuita Tacchi  Venturi), lo dica pure a Mussolini. Io non come papa, ma come italiano mi vergogno. Il popolo italiano è diventato un branco di pecore stupide. Io parlerò, non avrò paura. Mi preme il Concordato, ma più mi preme la coscienza”. 
Si chiamava Achille Ambrogio Damiano Ratti, questo Papa illuminato e siccome noi siamo sollecitati a far proposte, ne facciamo un’altra, tutt’altro che provocatoria: Dedichiamola a lui, una via, non ad Almirante. (Agg. 25/06 ore 23.15)
 

ULTIME NEWS