Pubblicato il

Tidei: ''Il dissesto sembra inevitabile''

Tidei: ''Il dissesto sembra inevitabile''

Lo annuncia il sindaco Pietro Tidei che ieri mattina ha incontrato il commissario prefettizio Inequivocabile la relazione dei funzionari . «Saremo costretti a dichiarare una bancarotta della quale dovremo ringraziare Bacheca»

SANTA MARINELLA – «Nessuna novità all’orizzonte, la nostra amministrazione comunale si troverà davanti la difficilissima situazione finanziaria nella quale l’amministrazione che mi ha preceduto ha lasciato al città».  A dirlo è il neo sindaco Pietro Tidei che ieri mattina ha incontrato il commissario prefettizio. «Dopo mesi di giravolte – continua Tidei – il commissario straordinario Enza Caporale mi ha consegnato la relazione dei funzionari, ai quali aveva affidato l’incarico di trovare una strada percorribile e sana per evitare scelte drammatiche alla nuova amministrazione comunale, e ricadute generali sulla società cittadina. La relazione è chiarissima, la via della dichiarazione di pre dissesto è impercorribile». (agg. 27/06 ore 5.18) segue

Il dissesto finanziario. Nella relazione infatti si legge che «lo squilibrio è di portata tale che sembrano precluse le possibilità di portare in equilibrio il bilancio di previsione, anche laddove, l’Ente, aumentasse le aliquote e le tariffe dei tributi, pur accedendo al fondo di rotazione, questo ripianerebbe solo le passività del bilancio senza procurare le risorse necessarie alle normali attività». La relazione si conclude con una frase lapidaria, dove si legge che «gli scriventi ritengono che debbano essere valutate dall’organo di revisione le eventuali residue possibilità di ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale a fronte delle più evidenti considerazioni a sostegno della dichiarazione di dissesto finanziario». (agg. 27/06 ore 6)

«Eredità pesantissima». «Quindi – spiega Tidei – il giorno della sua uscita di scena, la dottoressa Caporale cala l’asso sul tavolo e si lava le mani lasciando la città ai suoi problemi. La nostra amministrazione sarà costretta quindi, con ogni probabilità, a partire dal prossimo mese a dichiarare il dissesto finanziario, una bancarotta della quale dovremo ringraziare sentitamente il sindaco Roberto Bacheca e la sua congrega. Una pesantissima eredità che ci viene lasciata e che, di fatto, condizionerà l’azione di risanamento che abbiamo programmato, legandoci le mani. Domani (oggi per chi legge), ci sarà l’insediamento ufficiale dell’amministrazione comunale e dovremo iniziare a lavorare proprio sull’enorme voragine di debiti ed incuria lasciataci in eredità». (agg. 27/06 ore 6.30)

ULTIME NEWS