Pubblicato il

Tidei: ''Dobbiamo ripartire da zero''

Tidei: ''Dobbiamo ripartire da zero''

Il sindaco Pietro Tidei parla di una ''situazione finanziaria drammatica'' «Ci sono problemi gravi da affrontare»

S. MARINELLA – «Bisogna ripartire da zero e iniziare a lavorare subito, abbiamo trovato una situazione finanziaria drammatica». A dirlo è Pietro Tidei che al primo giorno da sindaco si è trovato di fronte tre grosse gatte da pelare. La questione della gestione di otto spiagge libere volute dal commissario prefettizio, il mancato conferimento dei rifiuti nella discarica di Viterbo per fatture inevase e la vicenda del debito di bilancio. «Ho scoperto – continua il sindaco – che siamo debitori alla discarica di  Viterbo di circa 800mila euro, il cui impegno non risulta in nessun atto ufficiale. Non esiste un contratto, una determina, una lettera d’intenti che possa giustificare l’esborso che dovremo fare per pagare quest’azienda che comunque ha lavorato per la città. Sempre in tema di rifiuti pare che la società Gesam, appaltatrice del servizio di gestione dei rifiuti urbani, debba avere 2,5 milioni di euro che finora non le sono stati pagati. Battersi per la legalità e la trasparenza significa anche rispettare i contratti che abbiamo sottoscritto». Tidei infatti annuncia che il 4 luglio, l’ufficiale giudiziario restituirà il possesso dei locali dove attualmente svolge l’attività l’ufficio dei Servizi sociali comunali, al legittimo proprietario. «Questo è un settore della vita cittadina che non può fermarsi un attimo – continua Tidei – e per questa ragione, fermo il fatto che cerchiamo da subito di trovare una soluzione per gestire questo rischio improvvido, sto predisponendo l’accoglienza degli uffici nei locali della Multiservizi». Per il sindaco il tema finanziario è caldissimo, ci sono problemi gravi da affrontare e situazioni che non devono ripercuotersi su una macchina amministrativa che nel giorno del suo insediamento ufficiale ha trovato demoralizzata e sfiduciata. «Ho confermato per i prossimi 15 giorni e solo per quelli – prosegue il primo cittadino – le attuali posizioni organizzative. Provvederò ad una rotazione generale del personale e ridistribuirò le posizioni organizzative sulla base dei vari incarichi e soprattutto delle singole competenze acquisite e dimostrate. Anche la Multiservizi comunale è da riorganizzare».

ULTIME NEWS