Pubblicato il

Rifiuti: si abbatte il quantitativo del conferimento

Rifiuti: si abbatte il quantitativo del conferimento

L'annuncio ieri sera da parte dell'assessore regionale Massimiliano Valeriani presente al tavolo interistituzionale convocato presso il comune di Tolfa. Si lavora anche per la realizzazione di un impianto di Tmb di proprietà interamente comunale 

CIVITAVECCHIA – Come annunciato si è tenuto ieri sera presso il Comune di Tolfa il tavolo interistituzionale sul tema dei rifiuti, alla presenza dei Sindaci di Civitavecchia, Santa Marinella e Allumiere, dei consiglieri regionali De Paolis, Porrello e Tidei, del parlamentare Alessandro Battilocchio e di assessori e consiglieri dei vari comuni facenti parte dell’abito.

Al tavolo era presente l’Assessore alla Regione Lazio Massimiliano Valeriani, che ha comunicato l’adozione di un provvedimento approvato nella mattinata di ieri dal Dipartimento da lui guidato, che prevede un forte abbattimento quantitativo del conferimento dei rifiuti rispetto alla precedente determina  regionale: da 160.000 a un massimo di 18.000 tonnellate in quattro mesi.

“Questo significa – hanno spiegato i componenti del tavolo – che il conferimento massimo eventuale sarà di circa il 10% rispetto alla consistenza volumetrica del della discarica di Crepacuore: un risultato che era stato auspicato da parte del tavolo interistituzionale, come disponibilità massima di solidarietà con altre comunità,  così come fa Viterbo con il nostro territorio. Al tempo stesso si apre uno scenario per cui il tavolo, insieme all’assessore Valeriani, cercherà di trovare delle soluzioni consone e adeguate per il conferimento dei rifiuti del territorio nel comprensorio di Civitavecchia, previa l’eventuale realizzazione di un impianto di Tmb di proprietà interamente pubblica, al fine di evitare il costoso trasporto fuori ambito. Tale percorso sarà oggetto di una riunione prevista nelle prossime settimane”.

I partecipanti al tavolo aspettano di poter visionare la determina di prossima pubblicazione per poter esprimere un giudizio in merito al percorso avviato dalla Regione e le eventuali azioni da intraprendere.

ULTIME NEWS