Pubblicato il

Scarico del carbone, la solidarietà della Civiservice

CIVITAVECCHIA – “Si sta ripresentando lo scenario deprimente già visto negli scorsi mesi, quando esattamente a gennaio 2018 la Civiservice srl è stata esclusa dalla gara per il servizio di pulizia dei locali ed uffici della centrale di Tvn, dopo circa 6 anni di onorato servizio, senza neppure essere stata avvisata della pubblicazione di detto bando”. Anche l’impresa cittadina Civiservice, prendendo spunto dalla propria esperienza negativa, interviene sulla vertenza dello scarico del carbone, per criticare la politica di Enel, “che non rispetta la dignità dei lavoratori locali – hanno spiegato – né delle imprese che tanto faticano a mantenere i propri dipendenti, garantendo sempre la regolarità degli stipendi. Capiamo la preoccupazione e la frustrazione della dirigenza della Cpc ed ancora di più l’ansia dei circa 400 lavoratori interessati. Quando a gennaio la Civiservice ha perso l’appalto, ha interessato il Comune di Civitavecchia, affinché si facesse portavoce della sua richiesta di rispetto del patto sociale per il quale l’Enel avrebbe dovuto invitare alla gara in primis le imprese locali, ma nulla è stato fatto – hanno aggiunto dall’impresa locale – perché evidentemente contro il colosso energetico nulla si vuole fare. A questo punto si deduce che Enel ormai abbia optato per una linea che non rispetta né il territorio nel quale si trova né tantomeno i cittadini che vi abitano e che subiscono continui danni ambientali: almeno in cambio sarebbe giusto che venisse garantito il diritto al lavoro”. Anche da Civiservice arriva quindi un appello all’amministrazione comunale, “affinché non venga permesso questo ulteriore oltraggio – hanno concluso – e si impongano all’Enel condizioni ferme a tutela delle imprese locali e dei lavoratori”. 

ULTIME NEWS