Pubblicato il

Deliberati i lavori per il collettore di via Fiorini

Deliberati i lavori per il collettore di via Fiorini

SCARICHI ABUSIVI. Dopo gli accertamenti della Guardia Costiera e l’intervento dell’Arpa. Previsto un debito fuori bilancio per l’immediata esecuzione 

di TONI MORETTI

CERVETERI – E’ noto, ed è stato più volte riportato da queste colonne che la Capitaneria di Porto con l’ausilio del personale dell’ufficio ambiente del comune sono stati impegnati in uin servizio di ricognizione e di mappatura  di eventuali scarichi fognari non a norma esistenti in città Nel corso di tali rilevamenti, in un’area accessibile da via Fiorini, nella zona adiacente al semaforo posto a spartitraffico tra via Chirieletti  e via Settevene Palo, è stato rilevato un collettore fognario non presente nelle mappe ufficiali della rete fognaria cittadina, che raccoglieva acque reflue e successivamente le sversava sul terreno, arrivando poi come destinazione nel fosso Vaccina. Naturalmente non era presente alcun impianto di depurazione a monte di tale collettore. (agg. 05/07 ore 9.30) segue

I LAVORI. Il ritrovamento avvenne nel mese di febbraio e fu immediatamente interessata l’Arpa Lazio che effettuò dei prelievi ed analizzò quelle acque per accertarne l’eventuale pericolosità per la salute pubblica e per l’ambiente. Il risultato delle analisi si rivelò drammaticamente positivo e pregiudizievole per la salute pubblico e per l’ambiente. Per risolvere il problema bisognava risalire a quegli immobili che attraverso dei fognoli sono collegati al collettore in oggetto ma l’operazione risulta da subito essere abbastanza complessa, visto che per assolvere a questo tipo di lavoro c’è bisogno di attrezzature specialistiche e sofisticate utilizzate da personale dotato di competenze che quello dell’ufficio ambiente del comune, già numericamente insufficiente, comunque non ha. E poi, c’è bisogno di fare lavori di scavo e ripristino, eseguiti in una maniera mirata e che richiede elevata specializzazione per l’esecuzione. Poi si sono studiate le possibili soluzioni tecniche per collegare la conduttura “pirata” ai collettori già esistenti  e recapitanti nel depuratore comunale. Il dirigente dell’Area 3 architetto Marco di Stefano redige un verbale di somma urgenza che con delibera di giunta n. 85 del 29 giugno  viene approvato deliberando quindi quanto contenuto nel verbale, la necessità l’individuazione di due ditte per l’esecuzione dei lavori, la determinazione concordata del costo degli interventi, la nomina del direttore esterno ai lavori e l’immediata eseguibilità della stessa. Si sottoporrà quindi al consiglio comunale una successiva deliberazione per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio. (agg. 05/07 ore 10) 

L’AFFIDAMENTO DEI LAVORI. I lavori sono stati affidati alla Advanced Srl di Roma per quanto riguarda la parte relativa alla videoispezione con l’uso di telecamere robotizzate e alla CI.SI. Srl di Ladispoli per gli scavi in verticale e il ripristino. Alla direzione dei lavori è stato nominato il geometra Roberto Cavedale di Cerveteri. (agg. 05/07 ore 10.30)

ULTIME NEWS