Pubblicato il

Rissa tra clochard: due in manette

Rissa tra clochard: due in manette

I fatti nella notte tra sabato e domenica in un rifugio di fortuna sotto a un ponte all'ingresso della città. A causa di una rissa dettata probabilmente dalle condizioni di degrado e dai fumi dell'alcol un senzatetto è in prognosi riservata al Gemelli di Roma

LADISPOLI – Sarebbero finiti in manette due dei senzafissa dimora fermati nella notte tra sabato e domenica dagli agenti del Commissariato di Viale della Vittoria. La Polizia era intervenuta su chiamata dei sanitari del San Paolo di Civitavecchia dopo che al pronto soccorso era arrivato un clochard, di stanza a Ladispoli, in condizioni gravi e privo di coscienza immediatamente trasportato in eliambulanza al Gemelli di Roma. (agg. 04/07 ore 8.45) segue

IL FATTO. Secondo una prima ricostruzione operata dagli agenti del Commissariato, il senzafissa dimora avrebbe avuto la peggio in una rissa con altri clochard, suoi connazionali e con un altro senzafissa dimora di origine moldava. All’interno del rifugio di fortuna, realizzato sotto a un ponte all’ingresso della città, infatti, i poliziotti avrebbero rinvenuto delle coperte sporche di sangue e tracce ematiche per tutto l’accampamento, con gli altri senzatetto, cinque in tutto, che presentavano anche loro ferite. Dopo l’interrogatorio nei locali del Commissariato a Civitavecchia, dove i clochard interessati avrebbero riferito di non sapere cosa fosse successo e di non ricordare nulla della sera prima, gli agenti del Commissariato avevano provveduto a denunciarli tutti e cinque a piede libero per rissa e lesioni gravi (il senzatetto si trova al Gemelli di Roma in prognosi riservata). (agg. 04/07 ore 9.15)

L’ARRESTO. A quanto pare, secondo alcune indiscrezioni, per due dei senzatetto interessati dal provvedimento iniziale sarebbero scattate le manette, mentre sugli altri tre penderebbe ancora la denuncia a piede libero. Intanto proseguono le indagini da parte degli uomini del Commissariato di viale della Vittoria per cercare di risalire ai motivi che hanno scatenato la rissa, presumibilmente mossa dalle condizioni di degrado in cui vivevano gli uomini e dall’abuso di sostanze alcoliche. (agg. 04/07 ore 9.45)

ULTIME NEWS