Pubblicato il

Emergenza idrica: vertice al Pincio

Emergenza idrica: vertice al Pincio

I tecnici del Comune hanno incontrato quelli di Acea ora al lavoro per cercare di riequilibrare il sistema di distribuzione. Il sindaco Cozzolino si è detto fiducioso: "Al massimo entro la giornata di domani la situazione potrà tornare alla normalità"

CIVITAVECCHIA – Un tavolo tecnico, per affrontare il problema che sta investendo molti quartieri cittadini, coinvolgendo anche zone che non avevano mai registrato problemi, e per trovare soprattutto soluzioni per archiviare questa crisi. L’emergenza idrica è stata al centro del  vertice di ieri a Palazzo del Pincio, tra amministratori e tecnici comunali e tecnici di Acea, la società che da aprile ha preso in carico la gestione del servizio idrico cittadino. Il sindaco Antonio Cozzolino si è detto fiducioso che al massimo entro la giornata di domani la situazione potrà tornare alla normalità, con i disagi che potranno essere confinati ad un paio di ore al giorno, concentrate nella notte. I tecnici di Palazzo del Pincio hanno infatti fornito una serie di consigli e suggerimenti ai colleghi della Spa romana per riportare in equilibrio l’intero sistema di distribuzione: perché è qui, secondo il primo cittadino, che si deve lavorare. (SEGUE)

IL SINDACO – “Quando si prende in carico un sistema come quello locale sconosciuto, complicato e malmesso – ha spiegato – occorre “prendere confidenza” e accogliere i suggerimenti di chi in questi anni ci ha lavorato”. I tecnici Acea sono quindi impegnati sui serbatoi e sui punti di accumulo cittadini per rimettere in equilibrio la rete idrica, seguendo le indicazioni fornite loro, con opportune manovre ed aggiustamenti. “Anche perché – ha ricordato Cozzolino – a differenza dello scorso anno, con l’apporto idrico pari a 160 l/s, oggi la città ne conta il doppio e quindi i problemi non avrebbero ragione di esistere”.  

L’obiettivo è quindi quello di evitare il protrarsi di una crisi idrica che sta mettendo in seria difficoltà centinaia di famiglie. Anche oggi sono state diverse le segnalazioni giunte da più parti, da Campo dell’Oro a via Buonarroti, passando per piazzale Torraca e zona Benci e Gatti. (Agg. 07/07 ore 15.22)

CRITICO MECOZZI – Sulla vicenda è intervenuto anche il consigliere del Polo democratico Mirko Mecozzi che da ex assessore si è messo anche a disposizione dell’amministrazione, per un cocnreto sostegno. «Quello che si contesta a questa Amministrazione, oltre ad aver con troppa facilità dato corso al noto provvedimento legislativo – ha spiegato – è quella di non aver fatto la voce grossa per garantirsi un controllo interno in supporto ad Acea nei momenti di difficoltà erogativa, come per dire chissenefrega, ora la responsabilità è di Acea ed è loro che vanno indirizzate le lamentele della città. Vorrei che il Sindaco informasse la città se i dati in suo possesso sono stati forniti direttamente da Acea – ha aggiunto – o sono frutto di verifiche dirette, ma dubito perché Acea ha già da tempo sostituito tutte le chiavi di accesso agli impianti distributivi. Una cosa è certa, questa vicenda ha bisogno di un rapido chiarimento ed il Comitato che sta nascendo potrebbe essere la risposta più concreta tra le tante che fino ad oggi hanno girato nei corridoi di Palazzo del Pincio». (Agg. 07/07 ore 16.37)

ULTIME NEWS