Pubblicato il

Furti nelle auto dei bagnanti lungo la costa livornese

LIVORNO – L’ Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Volanti di Livorno, rispondendo alle denunce di alcuni bagnanti relative a furti e danneggiamenti delle proprie vetture lungo la fascia costiera livornese, ha fermato e identificato nel pomeriggio dell’11 luglio tre donne tra i 28 ed i 46 anni, residenti in provincia di Pistoia, a bordo di un’auto con targa straniera si aggiravano con fare sospetto intorno alle auto in sosta nei pressi del ristorante Calafuria. 

 

RECUPERATA UNA PUNTA DI FERRO ALL’INTERNO DEL REGGISENO

Accompagnate in questura per procedere ad un accurato controllo sulla loro identità addosso ad una delle tre, all’interno del reggiseno, veniva trovata una punta di ferro (di quelle che di solito si usano con il trapano) di 13 cm usata verosimilmente per infrangere i finestrini.  (Agg. 12/7 ore 19,20)

 

SEQUESTRATI ANCHE UN CACCIAVITE E DELLE FORBICI

Le tre donne sono risultate tutte con precedenti di polizia per furto. All’interno dell’auto usata dalle donne per gli spostamenti sono poi state rinvenute un paio di forbici da elettricista ed un cacciavite, oltre ad altre due punte da trapano di lunghezza 15 cm. Alla fine sono state indagate in stato di libertà per il porto abusivo e ingiustificato di chiavi e grimaldelli e a tutte è stato notificato con l’apporto del personale della Divisione Anticrimine della Questura  il foglio di via obbligatorio dal comune di Livorno.  (Agg. 12/7 ore 19,26)

ULTIME NEWS