Pubblicato il

Raccolta rifiuti, Tidei: ''Una montagna di problemi''

Raccolta rifiuti, Tidei: ''Una montagna di problemi''

S. MARINELLA – «Mi spiace tornare ogni giorno su una vicenda oscura quanto triste come è stata la condizione finanziaria del Comune di S. Marinella in questi ultimi dieci anni. Avevo lasciato il Comune con le casse in attivo e mi imbatto ogni mattina con problemi che sembrano non finire mai, ogni giorno diversi». Queste le impressioni del sindaco Tidei dopo l’ennesima sorpresa a cui si è trovato di fronte entrando nella sede comunale. «Parlo della questione Gesam, la ditta che ha l’appalto per la raccolta differenziata. La società ha ricevuto sempre con ritardo i pagamenti delle sue spettanze ed abbiamo le aziende di conferimento, i cantieri ove andiamo a portare il risultato della differenziazione della raccolta dei rifiuti che ci vogliono chiudere i cancelli, non farci scaricare perché dobbiamo ancora pagare montagne di conti e fatture come abbiamo trovato numerosi impegni di spesa non assistiti di relativi contratti». (agg. 11/07 ore 21.36) segue

I MASTELLI NON BASTANO PER TUTTI. Il problema della gestione dell’appalto ha anche una contropartita di carattere tecnico.“I mastelli – dice – che dovevano servire a differenziare i rifiuti e quindi a favorire la raccolta porta a porta, sono esauriti presto e la ditta non li ha rimpiazzati. Così tanti cittadini si sono visti costretti a conferire i rifiuti di fuori della loro porta di casa, dentro i sacchi neri che non hanno dato la possibilità al personale di eseguire un puntuale controllo sulla qualità dei rifiuti che venivano consegnati. E quindi al posto dei sacchi trasparenti nei quali depositare il verde da avviare poi agli impianti di compostaggio, si è lasciata ai cittadini la possibilità di conferire tutto dentro sacchi neri che in definitiva sono gli stessi usati per l’indifferenziato, con la conseguenza che il Comune e quindi i cittadini hanno pagato a peso d’oro lo smaltimento dei residui di pulizia dei giardini come se fossero rifiuti non smaltibili e quindi indifferenziati”. (agg. 11/07 ore 22)

L’INCONTRO. “Tutto questo – conclude Tidei – dovrà finire anche a giovamento delle tasche dei cittadini che pagano un servizio ed invece ne ottengono un altro. Oggi incontrerò i dirigenti della Gesam e inizieremo a fare il punto sull’affidamento di un servizio che dovrà essere utile e corrispondente nella maniera più integrale al contratto sottoscritto ed al capitolato formulato dai tecnici comunali”. (agg. 11/07 ore 22.30)

ULTIME NEWS