Pubblicato il

Ex molino, il cantiere danneggia le case

Ex molino, il cantiere danneggia le case

Fiumicino. Crepe nei negozi e nelle abitazioni di Ostia Antica. Monica Picca: ''Presenteremo atti a sostegno dei cittadini del X Municipio''

OSTIA – Vicino all’ex molino, dove si sta costruendo un grosso palazzo con annesso centro commerciale, si vive nel terrore. 
Le vibrazioni per i lavori di palificazione che si sono intensificate negli ultimi giorni sono contemporanee alla formazione di vistose crepe e spaccature di case e negozi non distanti dal cantiere. (agg. 15/07 ore 9.23) segue

L’ISPEZIONE. Si temono cedimenti e misure di sospensione dell’agibilità di abitazioni ed esercizi commerciali sono annunciate per le prossime ore. Un ristorante è stato chiuso e dichiarato inagibile. L’allarme era scoppiato già nei giorni scorsi, come avete potuto leggere anche in questo articolo. 
Giovedì, i vigili del fuoco, alla presenza anche dei carabinieri, hanno ispezionato il ristorante “La fraschetta del Borgo” di via dei Romagnoli 761. 
Hanno riscontrato una situazione a dir poco preoccupante, come attestano anche le immagini che proponiamo in questo articolo. Venerdì il locale è stato sgomberato e dichiarato inagibile. 
«Con le pesanti vibrazioni degli ultimi giorni – ha riferito agli ispettori il titolare dell’attività – si sono spaccate mura e hanno iniziato a cedere anche i pavimenti. 
Ho paura che facciano chiudere il mio ristorante per inagibilità. 
Sarebbe un gravissimo danno: ho circa 8mila pasti prenotati per una convenzione con gli organizzatori degli spettacoli in corso al Teatro romano». 
Nel locale sono evidenti i segni lasciati dalle vibrazioni, paragonabili a quelli di una scossa di terremoto: crepe nei muri, distacchi di tamponature, telai e controtelai fuori squadro, pavimenti disassati. 
Tutto questo a una cinquantina di metri dall’ingresso al Borgo medievale di Ostia Antica, un gioiello di storia ed architettura. (agg. 15/07 ore 10)

RISTORANTE INAGIBILE. I vigili del fuoco hanno dichiarato il ristorante inagibile e hanno sospeso l’attività vietando l’ingresso. Disperato il titolare del pubblico esercizio. 
I pompieri hanno anche transennato dei crolli avvenuti a ridosso delle mura del Borgo Medievale. I vigili del fuoco al momento non si sono espressi ma si teme che siano imminenti provvedimenti restrittivi per l’agibilità dei negozi e delle case visitati. L’augurio è che, in attesa di avere eventuali conferme dell’origine del fenomeno, sia fatta cessare anche l’attività del cantiere, nato tra la grande contrarietà della cittadinanza. 
«In qualità di capogruppo – anticipa Monica Picca, capogruppo al X Municipio di Fratelli d’Italia – presenteremo atti a sostegno dei cittadini. 
Dopo continue petizioni per bloccare la costruzione dell’ecomostro nella zona archeologica di Viale Dei Romagnoli, oggi 13 luglio, le autorità competenti, hanno chiuso i negozi adiacenti al cantiere per inagibilità. 
Tra i commercianti nasce paura e rassegnazione , si sentono dimenticati costretti a lasciare, fino a nuovo ordine, la loro unica fonte di reddito».(Agg. 15/07 ore 10.30)

ULTIME NEWS