Pubblicato il

Esplode la ‘‘coccodrillomania’’

Esplode la ‘‘coccodrillomania’’

A Maccarese pizze e souvenir a tema di rettile. Intanto proseguono le indagini della Forestale

MACCARESE – Mentre il nucleo speciale dei carabinieri Cites cerca lo strano rettile avvistato lungo il canale che scorre parallelo a via Campo Salino, continuano le trovate ironiche da parte di giovani e operatori. Le ultime arrivate sono due: il “Pizzadrillo”, una pizza a forma di alligatore ricoperta da fette di zucchine, un’invenzione dei fratelli Bortolami del ristorante Luna Rossa di viale Castellammare. (agg. 17/07 ore 11.19) segue

L’AVVISTAMENTO. E poi la maglietta con il super coccodrillo “Scusate senza offese, mì son de Maccarese”, una t-shirt realizzata da un gruppo di ragazzi del centro agricolo. E mentre l’ironia dilaga, all’undicesimo avvistamento il “Coccodrillo di Maccarese” è caduto nella fototrappola. 
E’ stata una donna, Cecilia Corlini, di professione assicuratrice, a vederlo mentre era affacciata dal balcone della sua casa a Borgo San Giorgio. 
I suoi sensi erano già all’erta perché giovedì sera, mentre stendeva i panni, aveva sentito prima uno strano rumore e poi un tonfo proveniente dal canale di fronte casa, un residence composto da decine di appartamenti in viale Castel San Giorgio, la strada che dall’Aurelia porta al mare di Fregene. (agg. 17/07 ore 12)

IL RACCONTO. Ma era già buio e oltre al mulinello sulla superfice dell’acqua non aveva messo a fuoco altro. Qualche ora dopo, alla luce del sole, il lucertolone era in piena emersione: «Sono uscita in giardino, ho guardato verso il canale e te lo vedo affiorare in superfice – racconta – si vedeva una parte della testa e del tronco con quegli scudi verdi. Non posso dire se era un varano, un iguana o un coccodrillo, ma di certo era lungo almeno un paio di metri». Anche se spaventata, «mi tremavano le gambe», Cecilia è entrata in casa ha preso lo smartphone e ha fatto i primi scatti dal giardino. 
«Poi sono uscita sul canale per cercare di vederlo meglio, l’ho seguito per un centinaio di metri sul bordo. 
Nuotava lentamente, avvolto come da una nuvola di fogli, andava verso nord e non è più emerso». Dall’ultimo avvistamento, martedì mattina in via Campo Salino, si è spostato di un paio di chilometri. 
Ora ha superato viale Castel San Giorgio, sempre all’interno del canale che prosegue lambendo l’Arrone. Sarà in questa zona che si concentreranno le ricerche degli uomini della Forestale. (agg. 17/07 ore 12.30)

ULTIME NEWS