Pubblicato il

Ridolfi si oppone alla richiesta di archiviazione per Bucchi

Ridolfi si oppone alla richiesta di archiviazione per Bucchi

L’assessore aveva querelato il presidente del comitato di zona di Borgo San Martino per la campagna denigratoria nei suoi confronti. Oggetto della disputa la concessione per l’installazione di una antenna per la telefonia su un suo terreno  

di TONI MORETTI

CERVETERI – Ricordate quando più o meno un anno fa, scoppiò la polemica per la concessione data dal comune per l’impianto di una antenna di telefonia in un terreno nelle campagne di Borgo San Martino, di proprietà di Luciano Ridolfi, consigliere comunale, ad oggi assessore alle attività produttive della giunta Pascucci?  
Furono mesi e mesi di polemiche animate dal comitato di zona di Borgo San Martino del quale Luigino Bucchi è presidente. (agg. 15/07 ore 10.02) segue

IL FATTO. L’impianto venne tacciato come nocivo per via delle onde che avrebbe emanato e fu tacciato da una caterva di irregolarità alle quali sembrava che l’amministrazione non volesse dare risposte tante che il Bucchi e alcuni membri del suo comitato, fecero in alcune sessioni di alcuni consigli comunali, delle apparizioni con la bocca incerottata in segno di protesta, come a denunciare la privazione del diritto di critica. Ma non finisce qui. 
La protesta continua con svariate recensioni più o meno quotidiane da parte di Bucchi evidentemente ritenute fuori  dal consentito da Ridolfi che comincia, afferma egli stesso, a ricevere fastidi e minacce personali e nei confronti della sua famiglia da parte di sconosciuti. Addirittura una minaccia di morte e che decide quindi di querelare Bucchi, mettendo a cardine della querela  un volantino raffigurante tra l’altro una mano che prendeva dei soldi, lasciando intendere che intorno all’operazione, così come la ha presentata il Ridolfi, fossero circolate delle mazzette.  
Pochi giorni fa  c’è stata un udienza preliminare con una richiesta di archiviazione in favore di Bucchi, ma il legale di Ridolfi si è opposto.  
Ridolfi dichiara di voler portare  la questione a tutti i gradi di giudizio dove può arrivare, di avere fiducia nella giustizia che è sicuro gli darà soddisfazione per il danno di immagine ricevuto da lui e per la sua famiglia. (agg. 15/07 ore 10.30)

L’ESITO DELLA VICENDA. Occorreranno pochi giorni per arrivare ad un esito di questa vicenda Non si è mai capito veramente quali fossero i motivi veri di questa contestazione. Ma ancora oggi si rincorrono i fruscii e le dicerie che ne sono derivati che non fanno di certo onore ad una intera classe politica. (agg. 15/07 ore 11)

ULTIME NEWS