Pubblicato il

Enel, Tidei (PD): espressa la volontà di accorpare Civitavecchia e Viterbo

Il consigliere regionale del Pd invita il colosso energetico a fornire garanzie sul fronte dell'occupazione dopo la notizia appresa da fonti sindacali riguardo gli uffici della distribuzione

Il consigliere regionale del Pd invita il colosso energetico a fornire garanzie sul fronte dell'occupazione dopo la notizia appresa da fonti sindacali riguardo gli uffici della distribuzione

CIVITAVECCHIA – «Apprendiamo da fonti sindacali che Enel ha espresso la volontà di accorpare le zone (gli uffici della distribuzione) di Civitavecchia e Viterbo». Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Marietta Tidei che prosegue: «Mi auguro che se si dovesse, alla fine, scegliere di intraprendere questa azione si provveda prima a fornire le dovute rassicurazioni e garanzie sul fronte dell’occupazione». (agg. 16/07 ore 19.18) segue

“SCONGIURARE LA PERDITA DI POSTI DI LAVORO”. Per Tidei è necessario, in particolare «da scongiurare, in modo assoluto, la perdita di posti di lavoro e la cancellazione della direzione di Civitavecchia in favore di quella di Viterbo. Non si tratta – evidenzia il consigliere regionale dem – di scatenare una sterile competizione tra territori ma di esigere rispetto per un territorio che negli anni tanto ha dato alla sicurezza del Sistema elettrico nazionale». (agg. 16/07 ore 20)

CHIESTI CHIARIMENTI ALL’AZIENDA. «Sarebbe davvero paradossale la progressiva perdita di altri posti di lavoro. Un conto sono le legittime esigenze organizzative dell’azienda, altro è non comprendere la specificità di questo territorio. Mi auguro – conclude dura Tidei – che da parte dell’azienda arrivino quanto prima dei chiarimenti per fugare qualsiasi tipo di dubbio». (agg. 16/07 ore 20.30)

ULTIME NEWS