Pubblicato il

Comunali in agitazione

Comunali in agitazione

Cgil Fp, Uil Fpl e rsu criticano l'atteggiamento dell'amministrazione Cinque Stelle su più fronti. Proseguono i disagi all'Anagrafe: "Avevamo chiesto un presidio fisso della Polizia locale, ma non è arrivato"

CIVITAVECCHIA – Stato di agitazione per i dipendenti comunali. A proclamarlo la Cgil Fp, la Uil Fpl e le rsu che, allo stesso tempo, hanno avviato le procedure di raffreddamento del conflitto: se non verranno convocati entro cinque giorni, infatti, si troveranno davanti al Prefetto della provincia di Roma. 

“A tutt’oggi, nonostante le rpecedenti richieste – si legge nella lettera inviata al sindaco Cozzolino, al Prefetto e alla commissione di Garanzia – da parte dell’amministrazione comunale di Civitavecchia non è stato redatto nessun indirizzo politico sull’utilizzo delle risorse decentrate e sulla questione della politica occupazionale dell’ente. nonostante la richiesta prevista contrattualmente, sulla conferma o nuova composizione della delegazione trattante, ad oggi non si è ricevuta alcuna risposta minando così il presupposto per il corretto esercizio delle relazioni sindacali. Non ultimo il silenzio dell’amministrazione comunale sulle sempre più frequenti aggressioni nei confronti dei dipendenti dei vari servizi”. 

In particolari sindacati e rappresentanza di base fanno riferimento a quanto sta avvenendo, quasi quotidianamente, presso gli uffici Anagrafe di Campo dell’oro, dove lunghe file, litigi ed animi agitati sono all’ordine del giorno. In questo caso, secondo i sindacati, sarebbe stato necessario prevedere una presenza fissa della Polizia locale fuori gli uffici, come tra l’altro avvenuto anche a Torino, dove si vive la stessa situazione. “Eppure, nonostante la richiesta ed i diversi episodi che si sono registrati – hanno aggiunto – non c’è stato alcun intervento in questo senso da parte dell’amministrazione comunale”. Intanto, entro la fine del mese, dovrebbe arrivare la terza postazione idonea ad emettere la carta d’identità. Un modo per migliorare, un minimo, il servizio reso all’utenza. 

ULTIME NEWS