Pubblicato il

Raccolti 128mila litri di olio esausto

Raccolti 128mila litri di olio esausto

Lo annuncia soddisfatta l’assessore Gubetti. Già dal 2016 posizionati  nel territorio 17 punti  ecologici per poter conferire gli oli vegetali  

CERVETERI – «Era il novembre del 2016 quando l’Assessorato all’Ambiente ha posizionato in tutto il territorio comunale di Cerveteri 17 punti ecologici dove poter conferire gli oli vegetali in maniera sicura e rispettosa dell’ambiente. Un servizio estremamente utile che dati alla mano possiamo dire essere stato accolto in maniera estremamente positiva dalla cittadinanza. Solo nell’ultimo anno infatti sono stati 128mila i litri di olio vegetale esausto raccolto nei contenitori. Un servizio rispettoso dell’ambiente e soprattutto a costo zero, in quanto viene effettuato a costo zero a cura della GAME Srl, che al tempo sottoscrisse un accordo con il Comune di Cerveteri».  
Lo ha detto Elena Gubetti, assessora alle politiche ambientali che prosegue: «Riciclare gli oli esausti vegetali, cioè l’olio che si utilizza per cuocere i cibi, è un gesto semplice ma di grande importanza; immessi in natura gli oli possono provocare gravi danni ai sistemi di depurazione delle acque, intasare le reti fognarie, inquinare le falde e i corsi d’acqua con conseguenze devastanti sulla flora e la fauna. Basti pensare ad esempio, che un solo litro di olio esausto può inquinare anche 10mila litri di acqua». (agg. 25/07 ore 19.38) segue

UTILE L’OLIO ESAUSTO RICICLATO. «Una volta riciclati, invece, possono essere molto preziosi perché sono trasformabili in lubrificanti, biodisel, tensoattivi e saponi. Solo per citare un dato, da un litro di olio vegetale esausto, per esempio utilizzato in cucina per friggere, è possibile produrre un litro di biocarburante a basso impatto ambientale. Auspico quindi che questo servizio continui ad essere utilizzato con la stessa attenzione dimostrata sinora dai cittadini». (agg. 25/07 ore 20)

L’ASSESSORE TORNA SULL’ABBANDONO DEI RIFIUTI. «Troppo spesso però siamo costretti a vedere scene di vera e propria inciviltà, con sacchi di rifiuti abbandonati ai piedi del contenitore. Così come spesso capita di trovare all’interno del raccoglitore rifiuti vari, come pannolini o cose che andrebbero conferite negli altri mastelli. All’interno dei contenitori dell’olio esausto, l’unica cosa conferibile è la bottiglia contenente l’olio».(agg. 25/07 ore 20.30)

 

ULTIME NEWS