Pubblicato il

Vertenze occupazionali e portuali, Luciani (Cpc) critica Fortunato

Vertenze occupazionali e portuali, Luciani (Cpc) critica Fortunato

La replica del sindaco Cozzolino: "Bene la decisione di sospendere il tavolo"

CIVITAVECCHIA – Non è piaciuta al presidente della Compagnia portuale Enrico Luciani la decisione del consigliere comunale del M5S Francesco Fortunato di “sospendere” il tavolo del lavoro sulle problematiche occupazionali e portuali. Una decisione letta dai vertici della Cpc come una “ritorsione” che segue l’incontro di ieri tra Compagnia e l’assessore regionale Mauro Alessandri. “La visita in questione – ha spiegato Luciani – dovrebbe essere nella normalità dei rapporti istituzionali tra il Governo del territorio ed un soggetto come la Compagnia Portuale, operatore imprescindibile delle dinamiche portuali. Non possiamo che essere felici che Alessandri abbia accettato l’invito a farci visita, così come avviene da 121 anni con tutte le istituzioni cittadine, regionali e nazionali. Di contro non dovrebbe, ed infatti non lo è, che l’amministrazione comunale non si sia ancora degnata di fare neanche una telefonata al sottoscritto per sentire come stanno procedendo le questioni attuali e le difficoltà che ne conseguono”. (SEGUE)

LA RICHIESTA – Luciani ricorda a Fortunato il suo ruolo istituzionale, invitandolo a “chiedere scusa al porto, alla città ed ai lavoratori tutti. Infatti, invece di fare queste uscite mediatiche infelici e in male fede – ha aggiunto – dovrebbe prima riferire alla cittadinanza del suo infruttuoso ed inconcludente operato, così come dei rapporti che segretamente avrebbe avuto, come da lui stesso affermato, insieme ad altri personaggi vicini a lui politicamente, negli ultimi mesi con Enel. Soprattutto ci dica quale sia la sua posizione, sulle troppe vertenze e criticità del porto. Le dica ad alta voce, perché il silenzio suo e dell’amministrazione è veramente imbarazzante e ormai sospetto. Lo stesso silenzio che invece Fortunato non applica quando, nei tavoli istituzionali, fa riferimento sempre alla società per cui lavora, palesando apertamente il suo conflitto di interesse. La misura è ormai colma. Sicuramente non verremo ascoltai, ma nonostante ciò chiediamo al sindaco Cozzolino, se mai gli fosse rimasto un minimo di buon senso – ha concluso Luciani – di rimuovere immediatamente la delega al consigliere Fortunato onde evitare di creare ulteriori ed irreparabili danni”. (Agg. 24/07 ore 15.45)

LA REPLICA DEL SINDACO COZZOLINO – “Mi sorprende che a parlare di conflitti di interesse sia proprio Enrico Luciani – ha replicato il sindaco Antonio Cozzolino – non voglio però entrare in polemica perchè quando si parla di lavoro, è sempre bene non strumentalizzare la dialettica politica e fare ognuno la sua parte per tutelare i lavoratori. Nel rinnovare la mia totale amicizia, stima e fiducia verso Francesco Fortunato ed il suo operato, concordo con la sua decisione di sospendere il tavolo del lavoro sulla questione CFFT. Nel momento in cui l’assessore regionale Alessandri, senza coinvolgere il Comune, si fa parte attiva nel tentare di risolvere la vertenza lavorativa a livello regionale, è inutile, e anzi potenzialmente controproducente, convocare anche una seduta del tavolo del lavoro: parlare contemporaneamente a più tavoli con diversi interlocutori della stessa questione rischia solamente di fare confusione. Mi aspetto che l’assessore Alessandri prenda sempre più a cuore il territorio ed i problemi lavorativi dello scalo, trattando tutte le vertenze con la stessa attenzione a prescindere dal colore politico dei lavoratori o dei loro datori di lavoro come ha sempre fatto l’amministrazione comunale”. (Agg. 24/07 ore 17.27)

 

ULTIME NEWS