Pubblicato il

Ceccarelli: ''Cammilletti è in confusione''

Ceccarelli: ''Cammilletti è in confusione''

Il coordinatore di Liberi e Uguali di Allumiere interviene sulla questione idrica «Acea deve ascoltare le richieste del sindaco e dei cittadini»

ALLUMIERE- «L’assessore Cammilletti spiega che un conto è criticare Acea e un altro è criticare l’amministrazione. Forse il fatto che egli sieda contemporaneamente sul banco degli imputati, in quanto dipendente di Acea, e su quello di chi pretende un servizio adeguato (o almeno dovrebbe provare a farlo) in quanto assessore all’Ambiente del Comune di Allumiere gli crea qualche confusione». Esordisce così il coordinatore del gruppo Leu di Allumiere Simone Ceccarelli.  «Infatti – dice – noi abbiamo fatto delle richieste ad Acea (per intercessione dell’amministrazione) e, in maniera distinta, delle richieste all’amministrazione. Ma se, comprensibilmente, la sua posizione lo induce in errore e non riesce a distinguere se ricopre il ruolo di assessore o di dipendente Acea, lo aiutiamo a fare chiarezza. Cammilletti amministratore deve rendere conto ai cittadini quali impegni urgenti intenda assumere per la soluzione definitiva; chiedere al sindaco Pasquini di convocare un consiglio comunale aperto, con diritto di parola del pubblico, spiegare per quanto ancora andremo avanti con il via vai delle autobotti e spiegare se questo “servizio” non richiesto, in essere da oltre un anno, lo pagheremo noi oppure se Acea lo offre gratuitamente». (agg. 25/07 ore 16.43) segue

UN SIT-IN DI PROTESTA SOTTO LA SEDE DI ACEA. «Il Cammilletti dipendente di Acea – aggiunge –  invece, è questione che riguarda la sua persona. Ci preme soltanto che non interferisca con il suo ruolo di assessore. Dal momento che questa amministrazione è così solerte nel chiedere ad Acea di risolvere il problema, non avrete problemi a guidare un sit-in di protesta sotto la loro sede centrale per chiedere che ascoltino le richieste del nostro sindaco. Se le richieste che dite di aver fatto corrispondono a verità, perché non rivendicarle con tutto il paese a sostegno del proprio sindaco? Questo significa fare opposizione costruttiva». (agg. 25/07 ore 17.15)

CRITICATO IL SINDACO PASQUINI. «Per quanto riguarda il fatto che la questione andava risolta per tempo, invece, è curioso che non dica niente il consigliere Volpi, che è stato vicesindaco proprio nel momento in cui sono arrivate le autobotti, ma per maggiori informazioni, potete chiedere direttamente al vostro alleato Augusto Battilocchio, che fa parte dello stesso partito del sindaco Pasquini. A meno che il sindaco Pasquini non abbia lasciato la tessera del Pd e preso quella di Fontana Tonna, visto che spara continuamente contro quel partito. Il che è ancor più grave che sparare sulla croce rossa, poiché, come è noto, le autoambulanze generalmente trasportano persone ancora in vita».(agg. 17.45)

ULTIME NEWS