Pubblicato il

Ladispoli, Grando: ''Il nostro depuratore funziona perfettamente''

LADISPOLI – “Il depuratore di Ladispoli funziona benissimo”. A dirlo è il sindaco Alessandro Grando al margine del sopralluogo di qualche giorno fa effettuato dalla Capitaneria di Porto e da Arpa Lazio nel tentativo di capire a che cosa siano dovute le chiazze a mare riscontrate da alcuni bagnanti. (agg. 03/08 ore 12.06) segue

LE ANALISI. “Le ultime analisi, che ne certificano la buona qualità – ha detto Grando – ci sono state ufficialmente inviate il 27 luglio scorso e dicono che: “I risultati delle analisi chimiche evidenziano il rispetto dei valori limite fissati nella tab. 3 all. 5, parte III del D.lgs 152/06. I risultati delle analisi batteriologiche evidenziano il rispetto dei valori limite prescritti nell’autorizzazione provinciale allo scarico. I risultati del campione medio ponderato nell’arco di 24 ore, prelevato all’uscita dell’impianto di trattamento, evidenziano il rispetto dei valori limite previsti.”  Il sopralluogo di due giorni fa, effettuato dalla Guardia Costiera di Ladispoli che ha portato con se i tecnici ARPA, sembra sia dovuto alla necessità di comprendere se le chiazze di sostanze organiche che occasionalmente si sono viste in mare possano essere causate dal nostro depuratore”. (agg. 03/08 ore 12.30)

“IL NOSTRO DEPURATORE FUNZIONA PERFETTAMENTE”. “Siamo certi che così non possa essere, sia per il monitoraggio chimico e biologico che i tecnici comunali preposti effettuano di continuo sulle acque in uscita dal nostro impianto, sia sullo sbocco a mare della condotta. Analisi che sono state eseguite anche nello stesso giorno in cui l’ARPA ha effettuato i campionamenti. Ebbene, tali analisi hanno evidenziato, per l’ennesima volta, che il nostro depuratore funziona perfettamente. La presenza occasionale di scie o chiazze presenti sulla costa, come già accertato dall’Arpa Lazio lo scorso anno con specifiche analisi richieste dall’attuale amministrazione, è da attribuirsi a sostanze  organiche di origine marina, e non possono in alcun modo essere causate da una attività di presunto sversamento da parte del nostro impianto di depurazione”. (agg. 03/08 ore 13)

ULTIME NEWS