Pubblicato il

Scarico del carbone, il parere dell'avvocato Zunarelli

Scarico del carbone, il parere dell'avvocato Zunarelli

CIVITAVECCHIA – “Questo bando non è conforme alla legge”. Questa la considerazione dell’avvocato Stefano Zunarelli, tra i più noti esperti europei di Diritto dei trasporti e della navigazione, chiamato ad intervenire sulla vertenza legata allo scarico del carbone, all’indomani della decisione di Enel di ricorrere ad un bando di gara. La vicenda, affrontata al centro di un apposito tavolo regionale dopo le proteste dei portuali, e in particolare di Cpc e Minosse, è stata ‘‘congelata’’, ma l’attenzione resta ancora alta.

Il professor Zunerelli ricorda che la legge 84/94 affida alle Autorità portuali la selezione delle imprese abilitate ad operare nel porto, rilasciando le autorizzazioni per ciascuna specifica attività che le imprese devono svolgere nel porto. «La scelta di Enel – ha spiegato – è illegittima proprio perché, attraverso la gara, mira ad arrogarsi dei compiti che sono tipici dell’Adsp; ha avviato una procedura di gara aperta a tutte le imprese genericamente autorizzate ad operare in porto, senza tenere conto che l’autorizzazione rilasciata ai sensi dell’articolo 16 della legge 84/94 si riferisce a una specifica attività per la quale le imprese devono dimostrare di possedere tutti i requisiti di idoneità, capacità tecnica e finanziaria, e soprattutto personale formato e specializzato per lo svolgimento di questa attività. Inoltre – ha concluso – ammette il subappalto che è chiaramente bandito dal mondo dei porti».

ULTIME NEWS