Pubblicato il

Cava de Tirreni, sequestrate numerose armi e munizioni detenute illegalmente

SALERNO – Nel corso di specifici controlli amministrativi al fine di verificare la tenuta delle armi regolarmente detenute e registrate a Cava de’ Tirreni e zone limitrofe, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni è intervenuto presso un esercizio commerciale adibito a carrozzeria. Nel corso dell’ attività, all’interno di due casseforti ove erano custodite anche le armi regolarmente detenute, sono stati trovati nr. 14 fucili ad aria compressa con potenza superiore a 7.5 joule o privi di punzonatura indicante i joule, nr.9 pistole ad aria compressa prive di punzonatura indicante i joule, 7 pistole lanciarazzi, nr. 2 pistole a salve alterate, nr. 1 meccanismo per fucile artigianalmente costruito, nr. 1 pistola modificata artigianalmente; munizionamento a salve vario e nr. 19 razzi per pistole. Il predetto materiale è stato sequestrato perché corpo del reato di detenzione illegale di armi comuni da sparo ex art. 2 comma 3 della legge 110/75.  

 

INDAGATO UN 59ENNE IN STATO DI LIBERTÀ 

Il titolare dell’esercizio commerciale e detentore delle armi sequestrate, identificato per F. N.,  di anni 59, è stato indagato in stato di libertà per la predetta violazione. Nel corso di specifici controlli amministrativi al fine di verificare la tenuta delle armi regolarmente detenute e registrate a Cava de’ Tirreni e zone limitrofe, nel pomeriggio di ieri, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni è intervenuto presso un esercizio commerciale adibito a carrozzeria. (Agg.9/8 ore 20,40) 

IL MATERIALE RINVENUTO DAGLI AGENTI

Nel corso dell’ attività, all’interno di due casseforti ove erano custodite anche le armi regolarmente detenute, sono stati trovati nr. 14 fucili ad aria compressa con potenza superiore a 7.5 joule o privi di punzonatura indicante i joule, nr.9 pistole ad aria compressa prive di punzonatura indicante i joule, 7 pistole lanciarazzi, nr. 2 pistole a salve alterate, nr. 1 meccanismo per fucile artigianalmente costruito, nr. 1 pistola modificata artigianalmente; munizionamento a salve vario e nr. 19 razzi per pistole. Il predetto materiale è stato sequestrato perché corpo del reato di detenzione illegale di armi comuni da sparo ex art. 2 comma 3 della legge 110/75.  Il titolare dell’esercizio commerciale e detentore delle armi sequestrate, identificato per F. N.,  di anni 59, è stato indagato in stato di libertà per la predetta violazione. (Agg.9/8 ore 20,46)

ULTIME NEWS