Pubblicato il

Allumiere. Successo per la Notte del Cencio

Ottimanete organizzata da Eureka e dal Comune la manifestazione che ha visto l'inaugurazione del museo, spettacoli di giocoleria e di spade, il corteo delle Contrade, la presentazione del Drappo realizzato da Silvia Di Silvestro e lo spettacolo finale degli sbandieratori di Città della Pieve con bandiere fluo

Ottimanete organizzata da Eureka e dal Comune la manifestazione che ha visto l'inaugurazione del museo, spettacoli di giocoleria e di spade, il corteo delle Contrade, la presentazione del Drappo realizzato da Silvia Di Silvestro e lo spettacolo finale degli sbandieratori di Città della Pieve con bandiere fluo

ALLUMIERE – Piazza gremita ad Allumiere mercoledì sera in occasione della ‘’Notte del Cencio’’, manifestazione ottimamente organizzata dall’associazione Eureka in collaborazione con la delegata alla cultura e Pari Opportunità Brunella Franceschini e il Comune di Allumiere. In questa seconda edizione della Notte del Cencio il momento clou è stata la presentazione del Cencio 54° Palio delle Contrade. L’associazione Eureka è nata due anni fa ad opera di alcuni giovani collinari “Tutti – spiegano i componenti del gruppo – accumunati dalla stessa passione per la storia e le tradizioni del proprio paese” e allo scopo di “fare modo che il Cencio fosse di tutti i cittadini e di tutte le sei Contrade, prima di essere custodito da quella vincitrice”. La giornata di festa è iniziata nel pomeriggio con spettacoli di spade e di giocoleria e con gli stand. Molto partecipata l’inaugurazione del ‘’Museo del palio’’: i ragazzi del gruppo Eureka, con l’aiuto di Riccardo Rinaldi che ha fornito il materiale, hanno allestito la mostra con teche contenente materiale delle varie Contrade. Alle 21.30 dallo stesso punto in cui parte il corteo storico  ha preso il via il corteo con sbandieratori, tamburini e tutti i contradaioli delle 6 Contrade. In corteo erano presenti anche il sindaco Antonio Pasquini con la fascia tricolore, il vicesindaco Manrico Brogi, l’ideatore del Palio Riccardo Rinaldi e gli altri due esponenti dell’amministrazione comunale Luigi Artebani ed Enrico Fracassa.  In ordine alfabetico, i rappresentanti di Burò, Ghetto, La Bianca, Nona, Polveriera e Sant’Antonio sono entrati in piazza per assistere allo svelamento dal balcone del Comune il Cencio offerto dal dottor Odardo Toti e realizzato dall’artista tolfetana Silvia di Silvestro, vincitrice quest’anno del bando per la sua realizzazione. “Mi sono ispirata alla Grande Guerra – ha spiegato al microfono l’autrice – visto il doloroso tributo che pure Allumiere ha pagato al conflitto, come testimoniano i ricordi e le foto dei 63 giovani partiti come soldati e mai ritornati”. Il sindaco ha salutato la piazza e poi tutti insieme hanno portato il Cencio davanti alla chiesa: qui le sei dame (in rappresentanza delle Contrade) hanno attaccato al Cencio le coccarde coi colori delle proprie Contrade. Molto particolare il ‘‘Rito della sabbia’’ voluto da Eureka per “simboleggiare lo scorrere del tempo – hanno spiegato da Eureka – ovvero la sfida che si rinnova anno dopo anno”. Le sei dame hanno inserito nella clessidra la sabbia coi colori della propria Contrada. La clessidra è stata offerta dal Caffè Centrale di Giammaria Brunori. Il Cencio è stato portato per la consueta benedizione dentro la chiesa dove resterà per essere ammirato dai cittadini fino a domenica, quando si correrà il Palio. A seguire in piazza si sono tenuti spettacoli di giocoleria e come gran finale c’è stata la meravigliosa esibizione del gruppo sbandieratori di Città della Pieve che hanno ‘’sbandierato’’ con bandiere fluorescenti che hanno emozionato tutti. Complimenti quindi ai ragazzi di eureka per aver dato vita a una giornata e una serata ben organizzata, molto sentita e partecipata.

ULTIME NEWS