Pubblicato il

Bacheca: ''La gente come Minghella ha rovinato il mio operato''

Piccata replica dell’ex sindaco Roberto Bacheca dopo le esternazioni dell’ex alleato delegato al Bilancio

Piccata replica dell’ex sindaco Roberto Bacheca dopo le esternazioni dell’ex alleato delegato al Bilancio

SANTA MARINELLA – Pronta la risposta dell’ex sindaco Bacheca, all’attacco che gli è stato portato ieri dall’ex compagno di cordata Emanuele Minghella. «C’è un momento – dice Bacheca – in cui bisogna rompere il silenzio per rispondere ad alcuni biechi e squallidi tentativi di riaccreditamento, in questo caso, dell’assessore Minghella, che dichiara di essere rammaricato per non aver preso le distanze dalla mia seconda giunta. Peccato che le distanze le abbia prese solo dopo che non è stato accettato come candidato nelle liste di Forza Italia nella scorsa tornata elettorale. È sempre facile fare questo tipo di dichiarazioni quando finisce un progetto e si entra a far parte di un altro completamente agli antipodi rispetto a quello di Forza Italia, dove si evince con una certa facilità che è mal tollerato». (agg. 28/08 ore 21.16) segue

“MINGHELLA, UN TRADITORE SERIALE”. «Le scelte politiche del bilancio di Minghella, e ne è testimone tutta la maggioranza, sono state approvate dalla giunta in ogni circostanza. Era talmente distante dalla giunta che, dimessasi l’assessore Cucciniello, la sostituta l’ha suggerita lui e fu da me nominata. È vero ci vorrebbe un pò di moralità e di dignità ma queste qualità, caro Minghella, o ce l’hai oppure no e tu non le hai mai avute, sei sempre stato un traditore seriale, un opportunista. La tua nomina nella giunta Tidei non è altro che un’ulteriore prova fallimentare, ne siamo tutti consapevoli. In ultima analisi, nel 2013 io ho rivinto le elezioni con quasi il 50 per cento dei consensi al primo turno ma è la gente come te che ha rovinato il mio operato negli ultimi cinque anni.  In definitiva, sono stato io che non ho avuto il coraggio di prendere le distanze da soggetti come te”. (agg. 28/08 ore 21.45)

“NON SONO DUE RIGHE DI INCHIOSTRO A CANCELLARE LA STORIA DI QUALCHE MESE FA”. “Non capisco – aggiunge il consigliere di minoranza Calvo – il pentimento dell’assessore Minghella se la sua posizione crea imbarazzo a Sinistra Democratica e a Barbazza all’interno della sua nuova maggioranza, non può certo ricostruirsi una verginità amministrativa dissociandosi da ciò che lui stesso ha creato. Non sono certo due righe d’inchiostro a cancellare la storia di qualche mese fa». (agg. 28/08 ore 22.15)

ULTIME NEWS