Pubblicato il

PalaGrammatico, via allo smontaggio della copertura

PalaGrammatico, via allo smontaggio della copertura

Nei giorni scorsi annunciate una serie di novità da Palazzo del Pincio ma il consigliere del Polo democratico attacca i pentastellati sulla tempistica. Mecozzi: "Lavori concentrati nel mese di ottobre, a ridosso delle elezioni, dopo quattro anni di nulla"

di FEDERICA CONGIU

CIVITAVECCHIA – Partiti i lavori per la rimozione della tensostruttura del PalaGrammatico. Come annunciato nei giorni scorsi dall’amministrazione comunale, nella mattinata di ieri sono iniziati i lavori per la rimozione della copertura della struttura, rimasta gravemente danneggiata dalla nevicata del febbraio scorso. Ma nei giorni scorsi da Palazzo del Pincio erano state annunciate altre novità, in particolare dall’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli: «Prosegue l’iter per i due appalti da un milione ciascuno per il rifacimento parziale dell’asfalto delle strade. È in corso la gara presso la Città metropolitana – spiega – e l’inizio dei lavori sarà orientativamente per la metà di novembre». (agg. 28/08 ore 9.38) segue

LAVORI VORAGINE DI VIA GIORDANO BRUNO, I DUBBI DI MECOZZI. Buone nuove anche per la voragine di via Giordano Bruno. La gara per gli interventi di riparazione, per circa 700mila euro, è in corso e Ceccarelli stima l’inizio dei lavori per «la metà di ottobre prossimo». Dichiarazioni che non convincono il consigliere comunale del Polo democratico Mirko Mecozzi che si scaglia contro i pentastellati. Lavori che sono «guarda  caso – ha sottolineato – tutti concentrati nel mese di ottobre e presumibilmente conclusi a ridosso delle elezioni amministrative del Maggio 2019 prossimo, guarda caso. Quattro anni di nulla, dove non è stata posata in opera neanche una betonella o realizzato un metro di asfalto per tutelare i cittadini, su una viabilità compromessa e scandalosa sotto il profilo della sicurezza». (agg. 28/08 ore 10)

IL COMMENTO. Mecozzi ricorda che dai fatti di via Giordano Bruno sono passati 3 anni e che per quanto riguarda i 2 milioni per le strada si tratta di «somme stanziate e non utilizzate, per i noti motivi, dalla passata amministrazione – conclude Mecozzi – per finanziare il raddoppio della arteria stradale di Viale della Vittoria, quindi nessun merito a chi merito non ne ha». (agg. 28/08 ore 10.20)

ULTIME NEWS