Pubblicato il

Crollo del ponte di Genova, il prefetto di Viterbo incontra i sindaci

Crollo del ponte di Genova, il prefetto di Viterbo incontra i sindaci

Il vice Martina Tosoni ha partecipato al vertice per fare il punto sullo stato delle infrastrutture del territorio: «Ho rappresentato diverse criticità»

TARQUINIA – Il vicesindaco Martina Tosoni ha partecipato ieri mattina all’incontro voluto dal prefetto di Viterbo per discutere in merito alle infrastrutture viarie, dopo il crollo del ponte Morandi a Genova. 
Come richiesto dal Ministero delle Infrastruttre e dei Trasporti, l’ufficio Lavori pubblici dovrà inviare al MIT un elenco e una relazione sullo stato dei fatti di alcune situazioni ritenute critiche. (agg. 30/08 ore 6.49) segue

LE PAROLE DEL PREFETTO. «Questo è un momento di controllo – dice il prefetto Giovanni Bruno – e per fare il punto della situazione, occasione anche per fare presenti eventuali difficoltà. Entro settembre ci incontreremo di nuovo per avere una situazione più precisa». 
Molti i sindaci presenti in sala, al tavolo, oltre al prefetto, i responsabili Anas, Astra, Autostrade, il comandante dei Vigili del fuoco Paduano e il presidente della Provincia di Viterbo, Pietro Nocchi. (agg. 30/08 ore 7.20)

LE VERIFICHE. «Delegata dal sindaco Pietro Mencarini ho partecipato ieri e sono intervenuta esprimendo il ringraziamento al prefetto per aver organizzato questo momento di confronto e portando all’attenzione delle autorità e dei tecnici presenti alcune delle criticità riscontrate sul nostro territorio – ha spiegato il vicesindaco Martina Tosoni –  come ad esempio i problemi di viabilità successivi ai lavori della Sat per il tratto austradale, la pericolosità di alcuni accessi e di alcune strade complanari». «Ho poi voluto ribadire – ha aggiunto – quanto necessario sia completare l’adeguamento sismico delle scuole e invitato il presidente della Provincia a mettere in campo tutte le verifiche necessarie alla manutezione delle infrastrutture viarie provinciali presenti.  Provvederemo ad invitare anche tutti gli altri soggetti che hanno infrastruttre presenti sul territorio come Ferrovie dello Stato etc. Mi auguro che dopo questa verifica richiesta dal Ministero delle Infrastruttre e dei Trasporti, gli Enti possano avere presto i fondi necessari per poter mettere in sicurezza almeno le situazioni dichiarate critiche e pericolose. Ringrazio l’ufficio Lavori pubblici e l’assessore Laura Sposetti, per la collaborazione e per il lavoro che svolgeranno». (agg. 30/08 ore 8)

ULTIME NEWS