Pubblicato il

''Entro dicembre una manovra equilibrata per il 2019''

Il sindaco Pietro Tidei spiega tutte le tappe percorse per riportare i conti  in regola «Con le tariffe scuolabus abbiamo fatto un favore  ai cittadini e alle famiglie»

Il sindaco Pietro Tidei spiega tutte le tappe percorse per riportare i conti  in regola «Con le tariffe scuolabus abbiamo fatto un favore  ai cittadini e alle famiglie»

SANTA MARINELLA – Se sui profili social si ironizza sulla rapidità con cui il sindaco Pietro Tidei è riuscito in così poco tempo a riequilibrare il bilancio, il primo cittadino utilizza gli stessi veicoli di comunicazione per dimostrare che il lavoro fatto negli ultimi due mesi, per arrivare al pareggio finanziario del Comune, è stato lungo e molto tortuoso. (agg. 01/09 ore 7.44) segue

“DISSESTO LASCIATO IN EREDITA’ DALLA GIUNTA BACHECA”. «È bene dire che il dissesto non è figlio nostro, ma ci è stato lasciato in eredità dalla giunta Bacheca e dalla commissaria prefettizia – dice Tidei – che lo ha scritto chiaramente nella sua relazione. C’erano quasi 30 milioni di debiti con l’impossibilità di far fronte a questo impegno, oltre ad un disavanzo di 2.700 mila euro. Vista la situazione abbiamo dovuto prendere atto che andava dichiarato il dissesto. La legge dice che dopo la dichiarazione di default vanno innalzate tutte le tariffe al massimo consentito e subito dopo approvare un bilancio di riequilibrio. Noi abbiamo percorso tutte le strade possibili prima di arrivare a questa scelta, considerando anche che il fondo di solidarietà, che pesa sulle casse comunali per 6,5 milioni di euro, è da considerare una mascalzonata fatta dal Ministero per un Comune come il nostro che è in forte deficit. Per recuperare i tre milioni abbiamo cercato di tagliare sulle spese inutili, l’innalzamento delle tasse ed inoltre abbiamo chiesto aiuto all’Enel e alla Regione e vedere con Zingaretti che cosa si poteva fare. All’Enel invece abbiamo chiesto di anticipare il contributo di 150mila euro l’anno. Ci sono trenta milioni di buffi che i tecnici del Ministero stanno vedendo di chi sia la responsabilità». (agg. 01/09 ore 8.20)

“ENTRO DICEMBRE BILANCIO EQUILIBRATO”. «A settembre andremo in consiglio e approveremo l’equilibrio di bilancio ed entro dicembre approveremo un bilancio equilibrato per il 2019 con possibilità di utilizzare soldi per i nostri progetti quali scuole, servizi sociali, viabilità e verde pubblico. Certo, c’è chi dovrà preoccuparsi di chi pagherà i debiti. Se sono stati fatti volutamente la Corte dei Conti gli addebiterà i costi, senno sarà il Comune a pagare con un mutuo ventennale. Noi abbiamo fatto squadra con tanta gente che ci ha aiutato gratuitamente, siamo l’unica amministrazione che in due mesi ha approvato un bilancio in equilibrio». «Abbiamo riportato le tariffe scuolabus in linea con i Comuni del Lazio – conclude – e fatto un grande favore ai cittadini e alle famiglie che sopporteranno un costo molto meno pesante di quanto si pensava». (agg. 01/09 ore 9)

ULTIME NEWS