Pubblicato il

Manziana, giostre sugli stalli per disabili

Manziana, giostre sugli stalli per disabili

E' polemica dopo la Festa di San Giovanni. Segnalazione via Facebook di Adriana Rasi, presidente del Cantiere dell'Arte

di GRAZIAROSA VILLANI

MANZIANA – Polemiche a margine dei festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista a Manziana, una manifestazione ricca di appuntamenti, segnata dalla presenza di artisti importanti come la ragazza del Piper Patty Pravo, ma che è stata carente dal punto di vista dell’attenzione alla disabilità. (agg. 01/09 ore 10.19) segue

LA CRITICA IN UN POST. A sottolineare la grave inadempienza il cavaliere Adriana Rasi, presidente de Il Cantiere dell’Arte di Manziana, che, con molta ironia, e facendosi portavoce di altri cittadini che presentano disagi motori ha affidato a sua protesta a Facebook rivolgendosi direttamente al santo affinché interceda per i propri festeggiamenti del 2019. (agg. 01/09 ore 10.50)

IL POST SU FACEBOOK. Il post è corredato da una foto che mostra delle giostrine proprio sopra i parcheggi riservati ai portatori di handicap. Non si risparmia nemmeno il parroco per la scarsa attenzione dedicata ai cittadini con ridotta mobilità. “Carissimo San Giovanni Battista, con questo post – scrive Adriana Rasi – ti chiedo di far presente al Comune e al Comitato festeggiamenti del Santo Patrono di porre più attenzione il prossimo anno in occasione dei tuoi festeggiamenti alle esigenze dei cittadini con disabilità.
Come saprai nella tua città vi sono cittadini con gravi problemi motori costretti a rimanere in casa poiché gli unici due posti adiacenti alla Piazza a loro destinati per il parcheggio, uno è stato occupato sino ad oggi come da foto, l’altro all’ingresso della Piazza ( adiacente alla Agenzia Gabetti idem). Tale aberrazione vuol dire condannarli per cinque giorni in casa evitando loro di venirti a trovare e questo ne convieni, mi pare molto incivile, poco cristiano, discriminatorio, indegno di un paese civile. Visto che ci sono, occorre sistemare anche lo scalino dell’ingresso in chiesa togliendo il gradino alto di accesso non praticabile per la categoria su menzionata. Cosa fare? Andate a Quadroni (frazione di Manziana ndr) per vedere come Don Giovanni da molto tempo ha risolto il problema. 
Spero che questo appello trovi orecchie disponibili altrimenti sarò costretta – conclude il post di Adriana Rasi – insieme alle persone che mi hanno contattata per questo annoso problema a girare il tutto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali”. (agg. 01/09 ore 11.20)

ULTIME NEWS