Pubblicato il

Viareggio, 35enne irregolare sul territorio nazionale arrestato per rapina e resistenza

LUCCA – Alle ore 9,00 circa del  21 agosto u.s. perveniva sulla linea 113 di questo Commissariato di P.S., la telefonata di un uomo che riferiva di trovarsi all’inseguimento di uno straniero, giacché poco prima sorpreso nell’atto di rovistare all’interno della propria autovettura lasciata parcheggiata nella pubblica via Galvani e che una volta sorpreso,  gli aveva usato violenza per garantirsi l’impunità. Ricevuta la telefonata, le volanti impiegate nel controllo del territorio intervenivano sul luogo cinturando strategicamente  la zona; il rapinatore, già noto a questi uffici, puntualmente rispondente alle descrizioni fornite al 113 dalla parte lesa, veniva notato scavalcare il muro di cinta dell’area F.S. in parola all’altezza del cavalcaferrovia.

 

TENTA DI COLPIRE I POLIZIOTTI CON CALCI E PUGNI

Alla vista degli agenti, il fuggitivo si toglieva la maglia e nel contempo gettava in terra un’agenda nera ed un portafogli in pelle nera per darsi a repentina fuga prima sulla massicciata e, scavalcata la recinzione del canale di bonifica, nuovamente nelle vie cittadine. Il suddetto, mai perso di vista dagli operatori impegnati nel suo inseguimento, scavalcava il muro di cinta del locale mercato ortofrutticolo, ormai accerchiato dagli agenti, sino a costringere il fuggitivo in un’area transennata ad esclusivo uso deposito mezzi comunali. Nonostante la situazione in essere, l’uomo si opponeva all’operato degli agenti, cercando invano più volte di colpirli con pugni e calci, per cui gli stessi senza rinunciare alla necessaria fermezza, riuscivano ad atterrarlo e contenerlo con le apposite manette in dotazione. Gli agenti riuscivano poi a recuperare la refurtiva di cui l’indagato si era disfatto durante la fuga. La vittima, a seguito della colluttazione col rapinatore, si vedeva costretto a ricorrere ad accertamenti medici presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Unico Versilia, da dove veniva dimesso con  referto di 5 gg. cl. di prognosi per diagnosticata contusione alla mano dx; provvedeva, successivamente, a sporgere in questi Uffici denuncia querela per i fatti commessi in suo danno. (Agg.3/9 19,15)

IL 35ENNE MAROCCHINO È RISULTATO ESSERE UN PLURIPREGIUDICATO

F.J.,35enne Marocchino, di fatto senza fissa dimora, irregolare sul territorio nazionale, pluripregiudicato, persona sottoposta alla misura cautelare del divieto di dimora nella Provincia di Lucca, accompagnato presso il Commissariato veniva dichiarato in stato di arresto, perché ritenuto responsabile dei delitti di rapina impropria e resistenza. (Agg.3/9 19,19)

ULTIME NEWS