Pubblicato il

«Corrado Melone, abbassiamo i toni»

«Corrado Melone, abbassiamo i toni»

Polemiche nei giorni scorsi tra l'assessore Cordeschi e il dirigente scolastico Agresti. Il sindaco Alessandro Grando invita tutti a «mantenere la calma e a tenere un profilo basso»

LADISPOLI – Stop alle polemiche. Il monito arriva direttamente dal sindaco Alessandro Grando che dopo aver assistito nei giorni scorsi allo scambio di vedute, anche acceso e che è trasceso nelle offese personali da parte del suo Assessore alla Pubblica istruzione nei confronti di un dirigente scolastico, ha deciso di intervenire per ripristinare “ordine e disciplina”. (agg. 03/09 ore 14.10) segue

L’INTERVENTO DEL SINDACO. «Invito tutti a mantenere la calma e a tenere un profilo basso. E’ evidente che ci siano delle differenti vedute tra l’ufficio scolastico comunale e la dirigenza della Melone su questioni importanti» a cominciare proprio dalla capienza massima «a cui gli istituti comprensivi devono attenersi per legge, ma queste problematiche – ha detto Grando – potranno essere tranquillamente affrontate e risolte nei luoghi opportuni». Tutto era iniziato con l’annuncio del dirigente scolastico che quest’anno alcuni laboratori della Corrado Melone non sarebbero stati a disposizione degli studenti vista la necessità di ospitarvi all’interno delle aule a causa del diniego da parte della dirigenza della Ladispoli 1 a concedere, come fatto negli scorsi anni, alcune aule della Livatino. Il dirigente scolastico aveva inoltre chiamato in causa lo stesso Assessore alla Pubblica istruzione che aveva replicato alle “accuse” mosse dal dirigente scolastico, trascendendo anche sul personale, tanto che lo stesso Agresti si era detto pronte ad adire le vie legali. Vicenda che non è passata inosservata al primo cittadino che ora ha deciso, appunto, di intervenire. «Quello che non deve mai accadere è scendere sul personale e perdere di vista il fatto che l’amministrazione comunale e le autorità scolastiche debbano lavorare fianco a fianco per il bene degli alunni e la serenità delle famiglie. Ladispoli – ha proseguito Grando – è da sempre un modello di scuola anche per il processo di integrazione tra le tante etnie che vivono nella nostra città, tutti insieme diamo ai giovani un esempio di come si può essere costruttivi nella massima collaborazione». Il Sindaco peraltro ricorda come alla Corrado Melone sono stati creati nuovi spazi da adibire a mensa «riportando il centro polivalente di via Yvon De Begnac alla sua funzione esclusiva di area destinata al teatro e agli spettacoli». A sopperire alla mancanza delle aule della Livatino, poi, «sono state create nuove aule, scongiurando così il pericolo dei doppi turni». (agg. 03/09 ore 14.40)

GLI INTERVENTI NELLE SCUOLE. A proposito di scuola, inoltre, il Sindaco traccia una panoramica di quello che sarà il nuovo anno scolastico. Unica nota negativa sarà la mancata riapertura del plesso di via Rapallo che «a causa di uno stato di conservazione peggiore di quanto ci si aspettasse, richiederà qualche mese in più per essere completato. Contiamo comunque di terminare i lavori e restituire la scuola agli alunni entro la ripresa di gennaio. Per mitigare i disagi, come lo scorso anno, ci saranno delle navette gratuite in partenza da via Rapallo verso i plessi dove sono state momentaneamente spostate le classi». Scuola di via Rapallo a parte, «la situazione della scuola – ha proseguito Grando – a pochi giorni dall’inizio delle lezioni è sostanzialmente positiva e sotto controllo grazie al lavoro dell’ufficio scolastico guidato dall’assessore Cordeschi e all’ufficio manutenzione che, insieme al consigliere delegato all’edilizia scolastica Emiliano Fiorini, ha effettuato importanti interventi di manutenzione degli istituti, risolvendo problematiche che si trascinavano da anni». (agg. 03/09 ore 15)

ULTIME NEWS