Pubblicato il

Dehors, Tullio Nunzi critica l'amministrazione

Dehors, Tullio Nunzi critica l'amministrazione

CIVITAVECCHIA – Nonostante gli anni trascorsi, i ritardi, lo studio, le audizioni e l’approvazione del regolamento, i problemi per quanto riguarda i dehors sembrano non essere risolti del tutto. Lo conferma anche Tullio Nunzi, dell’associazione “Meno poltrone più panchine” il quale critica l’assessore al Commercio parlando di “afasia” del settore.   (agg. 03/09 ore 15.47) segue

ASPETTI DI DUBBIA INTERPRETAZIONE. “La legalità ed il rispetto delle leggi è presupposto imprescindibile per uno sviluppo economico in generale – ha spiegato – quindi tolleranza zero. Leggo però che a detta dell’assessore il nuovo regolamento, ricordiamo stilato dall’amministrazione stessa, mostra alcuni aspetti di dubbia interpretazione. Ovvio che se si tratta di casi eclatanti e contro legge va bene il pugno duro; se si dovesse rientrare in problemi interpretativi, non dico tolleranza ma almeno comprensione ci potrebbe stare”. (agg. 03/09 ore 16.20)

L’APPELLO. “Faccio un appello, una richiesta all’amministrazione, per la conoscenza che ho del terziario e per l’importanza che riveste, oggettivamente, in questa città. Se in tre giorni esponenti dell’amministrazione si rivolgono ai commercianti bollandoli come zozzoni (leggi pirgo), o furbetti (leggi dehors), o imputando loro scarsa capacità di offerta e qualità, beh la sensazione di lavorare “contro” ci sta tutta nella categoria. Categoria meritoria, perché lavora in una città sporca, transennata, dissestata, poco vigilata, con problemi di mobilità e traffico; nonostante tutto svolge il proprio lavoro e bene, alzando ogni giorno le saracinesche della propria attività. Possibile che le colpe non siano addebitabili a questa amministrazione, ma la realtà triste è proprio questa. Credo che se in questa città il 70% del pil viene creato dal terziario – ha concluso – una qualche parola di elogio andrebbe spesa per questo settore”. (agg. 03/09 ore 17)

ULTIME NEWS