Pubblicato il

Progetto Sprar: la Lega incalza il Pincio

Sulla vicenda interviene anche Trapanesi (M5S):"È stato già approvato dal consiglio comunale e favorisce l'integrazione"

Sulla vicenda interviene anche Trapanesi (M5S):"È stato già approvato dal consiglio comunale e favorisce l'integrazione"

CIVITAVECCHIA – “Mentre a livello nazionale il ministro Salvini e il ministro Toninelli ingaggiano un serrato braccio di ferro con l’Unione Europea per una distribuzione equa dei migranti tra gli stati membri, l’amministrazione pentastellata di Civitavecchia incentiva, con un bando di gara da 3 milioni di euro, l’arrivo di quei migranti che il governo Lega-5 Stelle vorrebbe lontano dai confini nazionali”. La Lega cittadini incalza il Pincio su quello che definisce un progetto “scellerato”, invitando l’amministrazione comunale ad esporsi, dicendo cosa ne pensa del contratto di governo tra Lega e Cinque Stelle. (Agg. 03/09 ore 15.10) segue

IL COMMENTO DELLA LEGA. “In caso positivo, ci aspettiamo una forte presa di posizione contro lo Sprar e sulle politiche migratorie che stanno già causando problemi a Civitavecchia – hanno spiegato dalla Lega – devono chiarezza e trasparenza a tutti i cittadini che stanno amministrando da oltre quattro anni dato che il prossimo anno si troveranno nelle urne a dover votare contemporaneamente, per il rinnovo dell’amministrazione comunale e per quello del parlamento europeo. Quindi per i candidati locali e quelli nazionali che normalmente dovrebbero avere la stessa linea politica. Tanto più se sono vere le voci di queste ore che vedrebbero il sindaco uscente Cozzolino intenzionato a candidarsi alle europee. Attendiamo fiduciosi (insieme a civitavecchiesi) una pronta ed esaustiva risposta. A tutto ciò vorremmo sapere come sia possibile nascondere alla città il progetto Sprar, negatoci dopo un accesso agli atti previsto per legge e vorremmo sapere come questa Amministrazione agli sgoccioli, abbia in mente di gestire la permanenza di 200 disperati, alcuni potenzialmente pericolosi come le cronache ci insegnano – hanno concluso . sotto il punto di vista della sicurezza, visti tutti gli organici delle forze dell’ordine e della polizia locale ridotti all’osso”. (agg. 03/09 ore 15.40)

LA REPLICA DELLA CONSIGLIERA TRAPANESI. Sulla vicenda interviene il consigliere comunale del Movimento cinque stelle Fabrizia Trapanesi. “Il tema dell’accoglienza è stato già dibattuto dal consiglio comunale che si è espresso con voto favorevole per quanto riguarda il progetto Sprar. Il progetto – prosegue la pentastellata – approvato dal Ministero dell’Interno, riguarda in questa fase 65 persone ed è visibile a chiunque al seguente link: http://www.cittametropolitanaroma.gov.it/bando-gara/gestione-dei-servizi-di-accoglienza-integrazione-e-tutela-rivolti-ai-r-ar-u-richiedenti-asilo-rifugiati-e-umanitari-nellambito-del-progetto-territoriale-aderente-al-sistema-di-protezione”.

Trapanesi prosegue spiegando che lo Sprar è un sistema di “accoglienza di secondo livello e perciò riguarda persone già identificate che intraprendono un percorso che ha come fine l’integrazione nel tessuto sociale. Esiste un quadro normativo che riguarda la politica dell’accoglienza e questa amministrazione si è mossa e si sta muovendo all’interno di questo. Esistono – conclude – tante realtà positive in tema di SPRAR, anche nel comprensorio, che dimostrano come l’integrazione sia possibile”. (agg. 03/09 ore 16)

ULTIME NEWS