Pubblicato il

Tre nomi per affondare il Pd

TOTO-SINDACO. Pietro Tidei a colloquio dal governatore Zingaretti propone Milioni, Poletti e Tarantino. Lega indecisa,  il M5S deve ancora sciogliere il nodo Cozzolino, nel centrodestra il candidato è Grasso

TOTO-SINDACO. Pietro Tidei a colloquio dal governatore Zingaretti propone Milioni, Poletti e Tarantino. Lega indecisa,  il M5S deve ancora sciogliere il nodo Cozzolino, nel centrodestra il candidato è Grasso

CIVITAVECCHIA – Con il mese di settembre si cominceranno a chiarire diversi punti interrogativi  circa la campagna elettorale delle elezioni amministrative del 26 maggio 2019.

Al momento, infatti, ad aver ufficializzato la propria candidatura con largo anticipo – cominciando già a lavorare sul programma e ad incontrare cittadini, associazioni e movimenti per condividere i punti principali cercando di allargare ulteriormente al centro la coalizione – sono state le liste civiche attorno alla Svolta, a cui si è aggregato gran parte del centrodestra, con Forza Italia e Fratelli d’Italia. Il candidato scelto è il leader civico Massimiliano Grasso, in un primo momento ‘‘benedetto’’ anche dalla Lega, che dopo il successo elettorale di Matteo Salvini si è però tirata indietro, in attesa che da Roma arrivino indicazioni per il gruppo dirigente locale. Attorno ai salviniani c’è ovviamente, in questo momento di grande consenso per il Ministro dell’Interno, notevole fermento: dai fratelli D’Angelo ad Enrico Zappacosta (che giura a tutti di “non occuparsi di politica”, marcando stretto il senatore azzurro Francesco Battistoni, ma potendo contare sulla vicinanza con chi nella Lega sul litorale conta veramente: il commissario provinciale Claudio Durigon). Senza dimenticare chi nella Lega è arrivato prima delle elezioni: la capogruppo consiliare Alessandra Riccetti, ex presidente del consiglio comunale M5S, che ai grillini locali ne ha dette di tutti i colori e che – in caso di riproposizione in chiave civitavecchiese del contratto di governo – rischierebbe di trovarseli nuovamente alleati. (agg. 03/09 ore 9.15) segue

CANDIDATURA DE PAOLIS, PROGETTO TRAMONTATO. Ancora nell’ombra Sandro De Paolis, che aspira apertamente a candidarsi, ma in Forza Italia è chiuso dalla scelta già fatta dal coordinamento guidato da Roberto D’Ottavio, con il via libera del coordinatore regionale del partito Claudio Fazzone. De Paolis per mesi ha condotto più o meno riservatamente proprie consultazioni per cercare di comporre una sola lista civica con 24 big delle preferenze, ma il progetto (mutuato direttamente dal modello M5S) pare tramontato. Resterebbe proprio la carta leghista, anche se dopo quanto accaduto a Fiumicinio, dove l’amico e mentore del capogrupo azzurro Mario Baccini è rimasto vittima di una ‘‘faida’’ in salsa leghista, che gli ha fatto perdere le elezioni, pare difficile che De Paolis possa passare tra i salviniani. (agg. 03/09 ore 10)

CANDIDATURA COZZOLINO, DECISIONE ENTRO FINE MESE. Entro il mese si dovrebbe sapere se il sindaco Antonio Cozzolino si ricandiderà per il Pincio o meno: dietro di lui scalda i motori Enzo D’Antò. 

Ma la mossa di fine agosto l’ha piazzata Pietro Tidei, che anche da sindaco di Santa Marinella non molla la presa su Civitavecchia. Secondo i bene informati, infatti, Tidei si sarebbe presentato dal governatore Nicola Zingaretti sostenendo la debolezza delle candidatura in pectore di Marco Piendibene e proponendo una rosa di 3 nomi: quelli del generale Paolo Poletti (già ‘‘lanciato’’ da Marietta Tidei a luglio e il quale nel gfrattempo avrebbe condotto proprie consultazioni tra esponenti del centrosinistra locale per sondarne gli umori), del dottor Carlo Tarantino, già presidente di Ippocrate nominato da Gianni Moscherini, e in quota rosa quello di Stefania Milioni, che fu assessore in quota An nella giunta De Sio. 

A sinistra c’è poi l’ingognita di Enrico Luciani, che sarebbe pronto a correre in primarie di coalizione. Questi i nomi ai blocchi di partenza, in attesa dei movimenti autunnali. (agg. 03/09 ore 10.30)

ULTIME NEWS