Pubblicato il

Dismissione dei Punti Enel: l'Ugl scende in campo

Dismissione dei Punti Enel: l'Ugl scende in campo

CIVITAVECCHIA – Anche Civitavecchia aderisce alla battaglia nazionale dell’Ugl Chimici-Energia contro il piano di riorganizzazione di Enel. Questa mattina, infatti, una delegazione guidata da Mauro Cosimi della segreteria territoriale e da Aldo Marchionne, della segreteria nazionale, ha organizzato un presidio di fronte al punto Enel di via Sofia de Filippi Mariani. 

«Si tratta di una delle tante iniziative – hanno spiegato – promosse in tutta Italia per sensibilizzare i lavoratori e gli stessi utenti su questa scellerata manovra messa in atto dalla Spa a livello nazionale». Gravi le scelte che Enel ha intenzione di mettere in atto, secondo Ugl. «La ristrutturazione – hanno sottolineato – mira a chiudere tutti i punti Enel, aprendo una grossa lacuna nel servizio. È vero, oggi siamo tutti digitalizzati, ma le persone anziane non sono poi così informatizzate. E quando avranno problemi con la bolletta troveranno difficoltà nel risolverli esclusivamente attraverso il canale internet». Ugl mette in evidenza quindi quelli che saranno i forti disagi che verranno pagati dall’utenza, minando il rapporto con la clientela, ed i problemi occupazionali che scaturiranno dalla decisione di dismettere i punti Enel. «Inoltre l’azienda – hanno aggiunto Cosimi e Marchionne – sta tagliando anche la Distribuzione, con la media e bassa tensione ormai abbandonata, con ripercussioni negative sul servizio reso all’utenza. Vogliamo che Enel, così come è stato nel passato, rimanga una grande azienda ma continui ad investire, e non all’estero. La scelta di toccare anche Civitavecchia – hanno concluso – è molto importante per la presenza ingombrante proprio di Enel su questo territorio». 

ULTIME NEWS