Pubblicato il

Scuole e degrado, l’appello di Russo D’Auria

Scuole e degrado, l’appello di Russo D’Auria

Fiumicino. In Via Coni Zugna, dove sorge un nuovo plesso, erba alta e calcinacci: "Guardiamo la città con gli occhi dei bambini"

FIUMICINO – «A pochi giorni dall’apertura delle scuole, e dopo aver sentito le segnalazioni di diversi cittadini sullo stato delle scuole, viene da fare un pensiero: non guardiamo le cose con gli occhi degli adulti ma con quelli dei bambini. Loro hanno bisogno di sentirsi bene…» A parlare è Mario Russo D’Auria, reduce da un sopralluogo in via Coni Zugna. (Agg. 08/09 ore 10.08) segue

DEGRADO E INCURIA. «Indubbiamente il Comune sta facendo molto, prova ne sia la costruzione di un bellissimo nuovo plesso proprio in via Coni Zugna, ma guardando dall’altra parte si vede evidente il degrado e l’incuria. Non serve polemizzare come fanno in tanti, ma riflettere insieme. E bisogna farlo – dice Russo D’Auria – dal punto di vista dei bambini. Loro cosa vedono? Quella che noi definiamo erba alta, ai loro occhi è una foresta, i calcinacci sono massi pericolosi, i muri scrostati restituiscono loro un senso di abbandono che inevitabilmente influisce anche sul loro carattere. I bambini si devono sentire accolti, sicuri, tranquilli. Devono potersi muovere senza divieti di transito per lavori in corso o, peggio, lavori in stallo. Dobbiamo abituarli a vedere il bello fin da piccoli, se non vogliamo che le loro menti si assufacciano al brutto, allo sporco, all’inefficiente considerandolo normalità. Costruiamo uomini del domani che ambiscano a mantenere pulito ed efficiente l’ambiente, e dobbiamo farlo consegnandogli adesso aule, scuole e giardini dignitosi». (agg. 08/09 ore 10.30)

NON SOLO VIA ZUGNA. «Non parlo solo del plesso di via Coni Zugna, ma più in generale del territorio. Dobbiamo recuperare un’ottica meno politica e più familiare nell’affrontare questi problemi. Non è questione di budget o di competenze, ma di dignità dei nostri figli». (agg. 08/09 ore 11)

ULTIME NEWS