Pubblicato il

Sottopasso pulito, il Codacons esulta

Sottopasso pulito, il Codacons esulta

Palazzo Falcone ha affidato il servizio a una nuova ditta. Il coordinatore dell'associazione dei consumatori Angelo Bernabei ringrazia l'amministrazione comunale  

LADISPOLI -«Dopo anni di degrado  e incuria finalmente il popolo dei pendolari non deve più transitare in una galleria sporca, maleodorante e disgustosa». A intervenire sulla “vicenda” sottopasso ferroviario a Ladispoli è il coordinatore del Codacons Angelo Bernabei che plaude all’iniziativa dell’amministrazione comunale di affidare il servizio di pulizia dei luoghi a una nuova ditta. Da tempo, infatti, il sottopasso ferroviario che non solo “ospita” quotidianamente centinaia di pendolari in stazione, ma anche turisti e residenti che si spostano dal centro della città alle zone più periferiche (a cominciare proprio dal campo sportivo) lamentavano una scarsa igiene all’interno dei luoghi. (Agg. 07/09 ore 14.24) segue

IL SERVIZIO DI PULIZIA. Pavimenti sporchi, rifiuti di ogni genere abbandonati sì dagli incivili, ma da nessuno raccolti (o quantomeno non in tempi celeri), addirittura escrementi di animali e non solo. Una “cartolina” di benvenuto sicuramente non degna di una città balneare che durante la stagione estiva raddoppia la sua popolazione tradizionale grazie ai numerosi vacanzieri che la scelgono come meta. E di questo ne era già convinto il primo cittadino Alessandro Grando che proprio in vista dell’Air Show di Ladispoli che ha portato in città migliaia e migliaia di turisti provenienti da tutto il Centro Italia, aveva deciso di affidare il servizio di pulizia a una nuova ditta, almeno per la due giorni della manifestazione, per evitare “brutte figure” con i suoi ospiti. Ed è proprio lì che i ladispolani avevano notato la differenza. Come per magia in quei due giorni il sottopasso era tirato a lucido e tornato finalmente a nuova vita. Una situazione passeggera, almeno in quell’occasione, e che una volta terminata la manifestazione aveva visto il servizio essere tornato nelle mani di quella coperativa il suo compito non svolgeva a dovere. Da qui era scaturita la decisione del primo cittadino e dell’amministrazione in generale di dare mandato agli uffici preposti in materia di rescindere il contratto con la coperativa in questione e affidare il servizio a una nuova ditta. Da quel momento, la situazione è notevolmente migliorata. (agg. 07/09 ore 15)

PIOVE NEL SOTTOPASSO. Ora, mentre l’amministrazione comunale punta a inserire la pulizia del sottopasso ferroviario nel nuovo bando per l’affidamento del servizio di igiene urbana, i pendolari puntano però il naso all’insù. Sebbene infatti finalmente la zona è tornata a splendere, dall’altra parte però necessita di interventi urgenti da parte di RFI. Il soffitto è a rischio crollo, a causa delle infiltrazioni d’acqua che si verificano in particolar modo durante la stagione invernale. Già lo scorso anno si era sventata la tragedia, quando dopo un forte temporale, parte dell’intonaco del soffitto aveva ceduto schiantandosi al suolo. A rischio c’è l’incolumità proprio dei tantissimi pendolari della stazione che, soprattutto in questo periodo, con i lavori alle banchine che rendono difficile l’attesa ai binari (causa assenza pensiline) rischiano di veder trasformarsi in tragedia una semplice attesa del treno. Da capire, dunque, se RFI una volta ultimati i lavori ai binari (che prevede anche la riapertura dei bagni in stazione) decida di rimettere mano al sottopasso andando a risolvere il problema. (agg. 07/09 ore 15.30)
 

ULTIME NEWS