Pubblicato il

Si allaga il sito archeologico di Palo, Prociv a lavoro

Si allaga il sito archeologico di Palo, Prociv a lavoro

Intervento ieri pomeriggio dei volontari sull'area. Con l'aiuto delle idrovore liberato dall'acqua lo scavo, allagatosi dopo il forte temporale della scorsa notte  

LADISPOLI – Non sono ancora state messe da parte ufficialmente le tute e il materiale della campagna antincendio che i volontari della Protezione civile di Ladispoli sono già a lavoro per liberare alcune zone dall’acqua portata dal violento nubifragio della notte scorsa. Allagata l’area archeologica di Palo. Qui i volontari della Prociv, grazie alle idrovore in loro possesso sono riusciti a liberare lo scavo che nella notte si era allagato. (agg. 08/09 ore 9.47) segue

L’ATTIVITA’ DEI VOLONTARI. Un impegno costante il loro che li ha visti protagonisti, insieme a tanti altri volontari di svariate associazioni del territorio, nei week end pedonali su viale Italia. A complimentarsi con loro il Capo della Segreteria del Sindaco Incaricato della Tutela Animali, dell’Ambiente e della Protezione civile, Miska Morelli: «I volontari – ha detto – sono stati presenti per tutta l’estate», ricordando in particolar modo l’intervento del 15 agosto sera che ha salvato la vita a un uomo trovato riverso in una pozza di sangue in una delle vie centrali della città. «La Protezione civile – ha proseguito Morelli – è attiva tutti i giorni con il nucleo antincendio, ma non appena inizierà il periodo invernale – ha aggiunto – sarà pronta a dare ancora il suo contributo». (Agg. 08/09 ore 10.30)

A LEZIONE DI DIRITTO. Tra un intervento e un altro, inoltre, novità in arrivo per i volontari. Si andrà a lezione di diritto. A promuovere l’iniziativa, grazie alla disponibilità del responsabile curativo Salvatore Zingale, sarà nella sua veste privata, il presidente del Consiglio Maria Antonia Caredda: «Abbiamo preso accordi – ha spiegato – per impartire ai ragazzi, utilizzando la mia professionalità, lezioni di diritto così da renderli edotti su ciò che possono fare e ciò che non devono fare». Intanto sono ancora aperte le iscrizioni per coloro i quali desiderassero diventare parte attiva della Protezione civile. «Siamo sempre aperti ad accogliere nuovi volontari – ha detto la Responsabile della Comunicazione Irene Fossa – Chiunque lo desideri ci può contattare anche tramite la nostra pagina Facebook per chiedere informazioni». (agg. 08/09 ore 11)
 

ULTIME NEWS