Pubblicato il

''Ancora non possiamo fare impegni di spesa''

''Ancora non possiamo fare impegni di spesa''

BARRIERE ARCHITETTONICHE. Il sindaco  di Santa Marinella Pietro Tidei risponde al gruppo del ‘‘Paese che vorrei’’ «Non consento demagogia sul tema della disabilità»

SANTA MARINELLA – «Leggendo l’articolo a firma de ‘‘Il Paese che vorrei’’, ritengo sempre più necessario organizzare, nell’immediato, un corso agli stessi amici della lista del consigliere Casella sul Testo Unico degli Enti Locali». 
Questa la risposta del sindaco Pietro Tidei ai responsabili del ‘‘Paese che Vorrei’’, che criticavano le scelte fatte dalla vecchia amministrazione comunale di approvare una mozione per la realizzazione del progetto di abbattimento delle barriere architettoniche, rimasto solo sulla carta. (agg. 09/09 ore 9.02) segue

“CRITICA STRUMENTALE”. «Comunque – prosegue il primo cittadino – a loro sfugge un particolare molto importante, i Comuni in dissesto finanziario non possono fare alcun impegno di spesa sino all’insediamento dell’organismo straordinario di liquidazione nominato dal Ministero degli Interni. Successivamente alla nomina e all’insediamento di tale organismo, saremo in grado di dichiarare il riequilibrio di bilancio e poter iniziare quindi ad assumere gli impegni di spesa. Appare, quindi, una critica strumentale e piena di demagogia, specialmente perché si invoca una mozione di cinque anni fa. ‘‘Il Paese che Vorrei’’ dove è stato in questi anni mentre qualcuno che non sono io, portava l’Ente allo sfascio più totale? Perché chiederne conto alla mia Giunta a soli tre mesi dall’insediamento? Polemiche a parte, vorrei comunicare ai miei concittadini che, la delega relativa ai problemi della disabilità è stata conferita ad un disabile che avrà la sensibilità necessaria per affrontare tutte le problematiche relative alle barriere architettoniche e non solo». (Agg. 09/09 ore 9.30)

LE SABBIE NERE AI DISABILI. «Vorremmo – conclude Tidei – di concerto con la Regione Lazio, trasferire la gestione di un tratto di spiaggia delle sabbie nere ad associazioni che si occupano di disabilità, per consentire alle stesse di poter gestire liberamente detto tratto a scopo turistico ricreativo, con la realizzazione di tutte le opere necessarie a carico del Comune. 
Su questo tema, non consento alcuna demagogia, invito viceversa, ogni forza politica, a dare il proprio contributo per rendere Santa Marinella più friendly per i disabili». (agg. 09/09 ore 10)

ULTIME NEWS