Pubblicato il

Droga, cinque arresti a Bergamo 

BERGAMO  – La Polizia di Stato questa settimana ha proseguito, in città ed in provincia, l’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti pesanti e leggere, e il controllo del territorio e delle zone particolarmente sensibili. Nello specifico, personale della Squadra Mobile aveva notato insoliti movimenti di soggetti, italiani e nord-africani a Gazzaniga, nei pressi dell’abitazione del pregiudicato B.H. nato in Marocco nel 1980, che aveva accesso, altresì, ad un altro appartamento posto nello stesso stabile ed era solito muoversi a bordo di un’autovettura Mercedes classe A di colore grigio in uso ad un cittadino verosimilmente italiano. Nel pomeriggio di ieri più equipaggi della Squadra Mobile si recavano nella zona interessata, e predisponevano un servizio di appostamento. Veniva notato B.H. che, dopo essere uscito dalla propria abitazione si apprestava a salire a bordo dell’autovettura Mercedes già citata, ove lo attendeva il conducente della stessa, provvedendo a bloccarlo ed a perquisirlo. La perquisizione a carico del cittadino marocchino  permetteva di rinvenire e sequestrare grammi 30,35 lordi di cocaina suddivisa in tre distinti involucri, e la successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire ulteriori grammi 4.22 di sostanza stupefacente del tipo cocaina, suddivisa in due involucri, sostanza stupefacente del tipo hashish del peso di grammi 17,24, sostanza stupefacente del tipo marijuana del peso di grammi 2,7 grammi, la somma di euro 750 e vario materiale per il confezionamento, ragioni per le quali veniva tratto in arresto, mentre il cittadino italiano alla guida del veicolo, identificato per S.M. (1973) veniva denunciato in stato di libertà.  

 

LE FASI DELLA PERQUISIZIONE

Mentre era in corso la perquisizione giungeva una Peugeot 307 di colore grigio, con a bordo tre cittadini magrebini, uno dei quali rimaneva a bordo del veicolo, mentre gli altri due, ovvero E.O.Z. (nato in Marocco nel 1982) e J.C. (nato in Marocco nel 1972)  si dirigevano verso l’abitazione in discussione. E.O.Z., prontamente bloccato, veniva trovato in possesso di un sacchetto contenente nr. 10 panetti di sostanza stupefacente del tipo hashish del peso di 100 grammi cadauno, per un totale di 1000 gr., e la somma di euro 250,  mentre J.C., al termine di un rocambolesco inseguimento appiedato per le vie cittadine, veniva bloccato in quella via Cesare Battisti e trovato in possesso di denaro contante per una somma di 1065 euro suddivisa in banconote di vario taglio.  I due soggetti venivano tratti in arresto, mentre il terzo soggetto che aveva fatto da autista, identificato per il marocchino E.K. (1971) veniva denunciato in stato di libertà. (Agg.10/9 ore 20,30)

NOTATI ALTRI DUE SOGGETTI NEL CORSO DELL’ATTIVITÀ ANTIDROGA

Nel corso dell’attività il personale notava, altresì, che due soggetti, da una finestra dell’appartamento posto di fronte a quello  di B.H., di cui si era appurato, nel corso dell’attività investigativa,  questi avesse la disponibilità, al fine di disfarsene, lanciavano due involucri che recuperati dagli investigatori della Squadra Mobile, risultavano contenere sostanza stupefacente del tipo cocaina, dal peso di grammi 78 e grammi 46, per un totale di grammi 124,00. Per tale ragione si faceva accesso anche in questo ulteriore appartamento, i due soggetti, identificati per i cittadini marocchini H.A.(1982)   e M.M. (1986) , venivano tratti in arresto e nella perquisizione personale e nell’appartamento a loro in uso, dalle cui finestre era stato gettato lo stupefacente,  si rinvenivano e sequestravano la somma di euro 555, all’interno del portafoglio di M.M., e la somma di euro 420, nella camera nella disponibilità di H.A. L’operazione ha posto fine ad un sodalizio che aveva dato vita da un florido ed incessante commercio di stupefacente nel comune di Gazzaniga e nelle zone limitrofe, come appurato dal fatto che in quell’area erano stati notati più soggetti legati al mondo della tossicodipendenza, permettendo di trarre in arresto cinque soggetti, denunciarne altri due, recuperare un ingente quantitativo di stupefacente di vario tipo (dall’hashish, alla cocaina ed alla marijuana) e sequestrare una somma di più migliaia di euro, provento dell’attività di spaccio.  (Agg.10/9 ore 20,35)

ULTIME NEWS