Pubblicato il

Ponte della Scafa off limits per le bici

Ponte della Scafa off limits per le bici

Fiumicino. Nel nuovo progetto ‘‘dimenticato’’ il corridoio ciclopedonale. Critiche dai consiglieri di opposizione del X Municipio

OSTIA – Sconcerto e amarezza: il nuovo Ponte della Scafa non prevede la pista ciclabile ed ha gravi incertezze sui tempi della cantierizzazione. Senza la ciclovia si tratta di “un’occasione mancata” che, per il consigliere Andrea Bozzi, lascia fuori Ostia dai percorsi del cicloturismo. Ancor più severo il giudizio tecnico dell’urbanista Paula Felipe Dejesus del laboratorio Labur. (agg. 12/09 ore 8.04) segue

NESSUNA PISTA CICLABILE. “Finalmente abbiamo potuto visionare per la prima volta, a nove mesi dal nostro insediamento in Municipio X, il progetto del nuovo “Ponte della Scafa” e quello che abbiamo appreso è sconcertante.
 L’opera infatti non prevede alcun collegamento ciclopedonale, ma solo carreggiate per le auto. Una Capitale come Roma, evidentemente lontana anni luce dalle Capitali Europee più moderne partorisce con lentezza una grande opera che vedrà luce forse nel 2020 e che non prevede passaggio di perdoni o di ciclisti da e verso Fiumicino, laddove non esistono altri collegamenti possibili. Così si vuole rilanciare il turismo, che nel cicloturismo vede una voce importante, e in questo modo si intende scoraggiare l’utilizzo delle auto in un’area ampiamente congestionata dal traffico? Una follia”. (Agg. 12/09 ore 8.30)

LA PROPOSTA. “Proporrò in Consiglio un documento che impegni la Presidente Di Pillo a battersi verso la Sindaca, se ne avrà la forza e le capacità, per far modificare il progetto, sperando che sarà una battaglia anche della maggioranza M5S che in commissione è apparsa del nostro stesso parere“. E quanto dichiara Andrea Bozzi capogruppo delle liste civiche “Ora” e “Un Sogno Comune“. (Agg. 12/09 ore 9)

ULTIME NEWS