Pubblicato il

SPRAR: aggiudicazione temporanea all’Arci Solidarietà Onlus, capofila RTI

SPRAR: aggiudicazione temporanea all’Arci Solidarietà Onlus, capofila RTI

La commissione da 30 giorni di tempo per definire il possesso degli immobili dove verranno alloggiati i rifugiati. Dopo l’assegnazione definitiva si comunicherà al Ministero di essere pronti 

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Slitta ancora l’inizio di attività del progetto Sprar per il triennio 2018/2020 denominato “Liberi di ricominciare a Cerveteri’’ che prevede l’erogazione di prestazioni socio-assistenziali, con personale specializzato e specifiche modalità operative. (agg. 13/09 ore 10) segue

SLITTA L’AVVIO DEL PROGETTO. Salta quindi l’avvio del progetto che era stato annunciato per gli inizi di settembre dopo che c’era già stata una rettifica alla procedura di gara che ha spostato la data di inizio di attività dal 1 giugno al 1 luglio, saltata perché non era stato completato il processo di selezione e di valutazione delle offerte dei soggetti giuridici interessati all’appalto del progetto. 
In questi giorni la commissione preposta ha selezionato uno dei due soggetti interessati all’’affidamento del progetto come aggiudicatario provvisorio. Si tratta del raggruppamento temporaneo d’impresa (RTI) costituito dall’Associazione Arci Solidarietà Onlus (capofila) e Cooperativa Sociale Integrata Civitabella Onlus che ha trenta giorni di tempo per definire e dimostrare il possesso degli immobili dove verranno alloggiati i rifugiati. (agg. 13/09 ore 10.30)

L’AGGIUDICAZIONE DEL PROGETTO. Solo dopo aver presentato la documentazione con la specifica anche delle tipologie degli appartamenti, si potrà procedere all’aggiudicazione definitiva del progetto. 
Ovviamente, dopo che si concretizzerà questa fase si comunicherà al Ministero di essere pronti ad ospitare i profughi e quindi lo stesso dovrà fornire l’entità e la numerosità dei nuclei familiari e parentali per determinare la loro sistemazione. 
Come noto, il finanziamento ministeriale è di 452.371 euro annui e in considerazione della data di inizio del progetto, occorre scorporare le somme gestite in economia diretta dal Comune per un importo pari a 90.833 euro, e la rimanente quota pari a 361.538 euro è il valore stimato dell’appalto, sempre in ragione annua. (Agg. 13/09 ore 11)

ULTIME NEWS