Pubblicato il

Cozzolino spiazza D'Antò: mi ricandido

Cozzolino spiazza D'Antò: mi ricandido

Il sindaco è convinto di poter aspirare al secondo mandato in vista delle prossime amministrative. "I risultati ottenuti alle politiche dimostrano il buon lavoro fatto. Ci sono le condizioni per la ricandidatura"

CIVITAVECCHIA – Il sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino si riappropria del ruolo di candidato in pectore del Movimento Cinque Stelle per le prossime elezioni amministrative.

Dopo l’incertezza dei mesi scorsi, il primo cittadino ha acquisito una sicurezza data soprattutto dai voti arrivati alle ultime elezioni politiche nel comune di Civitavecchia, confermate dai sondaggi nazionali di questi giorni.

«Posso dire che si sono poste le condizioni per una mia ricandidatura a sindaco di Civitavecchia» ha commentato il primo cittadino martedì scorso a margine della conferenza stampa di presentazione delle Olimpiadi della Cultura e del Talento.

Il 32% ottenuto da Di Maio a Civitavecchia alle ultime elezioni è secondo Cozzolino la cartina tornasole del suo operato. Un risultato che lo lancerebbe, secondo il suo ragionamento, verso il secondo mandato.

«A decidere sarà come nel 2014 l’assemblea degli iscritti e consecutivamente dei candidati consiglieri» spiega un attivista locale. Difficile però che la squadra grillina non sia favorevole alla riconferma del primo cittadino. Sarebbe come sconfessare l’operato portato avanti nel corso dei cinque anni. Nonostante il duro lavoro fatto da Enzo D’Antò nei mesi scorsi per ereditare il ruolo di Cozzolino con presenze e accordi già effettuati, sarebbe proprio l’attuale sindaco a tentare la riconferma grillina al Pincio. 

Se così fosse non sarebbe possibile alcun tipo di collegamento con il partito della Lega che attualmente condivide l’esperienza di governo nazionale proprio con i grillini.

Riecheggiano ancora infatti le parole dello stesso Cozzolino che la settimana successiva al voto spiegò la mancata elezione dei candidati locali in parlamento con il risultato ottenuto proprio da Salvini a Civitavecchia. 

«I nostri candidati Paolo Mastrandrea e Alberto Cozzella non sono parlamentari solo per un motivo di cui mi vergogno come cittadino. Ossia che la Lega ha preso il 15% altrimenti sarebbero diventati parlamentari» dichiarò lo stesso Sindaco nella famosa pizzata di fine campagna elettorale tra gli applausi grillini. Un parere, quello di Cozzolino sul partito leghista, più volte espresso negli ultimi mesi.

Insomma dopo la scesa in campo di Massimiliano Grasso appoggiata da Foza Italia, i due circoli di Fratelli d’Italia e diverse liste civiche e la più che probabile conferma come candidato di Antonio Cozzolino per il Movimento Cinque Stelle iniziano a delinearsi gli scenari all’orizzonte elettorale datato 2019.

ULTIME NEWS