Pubblicato il

Ladispoli, opere pubbliche della sinistra: ''Commissione d'inchiesta su teatro, castellaccio e stadio''

Ladispoli, opere pubbliche della sinistra: ''Commissione d'inchiesta su teatro, castellaccio e stadio''

La 'zampata' del consigliere Ardita sulle spese milionarie per opere incompiute e fuori norma  

LADISPOLI – Stadio, Centro di Arte e cultura e Castellaccio Monteroni. Tre opere molto discusse a Ladispoli sulle quali ha riacceso i riflettori il consigliere di maggioranza di Fratelli d’Italia, Giovanni Ardita. Scatenato il “leone” della destra che attacca duramente la sinistra senza troppi giri di parole. “Come hanno speso i soldi dei cittadini? Su queste opere subito una commissione d’inchiesta”. (agg. 15/09 ore 11.53) segue

IL CASTELLACCIO. Una provocazione o una richiesta che presto si materializzerà? Si scoprirà nei prossimi giorni ma intanto sui social è Ardita show.
“Riguardo al Castellaccio dei Monteroni in 10 anni sono stati istituiti 3 milioni di euro con l’impegno di trasformarlo in un Museo. A luglio sono stato al castellaccio in occasione del memorial di Biagio Tabacchini ed ho riscontrato che la facciata dell’immobile è fatiscente, il pavimento la pareti ed il soffitto sono completamenti grezzi, il tutto sembrerebbe gestito da una fondazione di un ex onorevole Pd”. (agg. 15/09 ore 12.30)

IL CENTRO DI ARTE E CULTURA. Indice puntato anche sul Centro di Arte e cultura. “Secondo punto di cui si dovrebbe occupare la commissione d’inchiesta riguarda i soldi spesi su questa struttura, più di un milione e mezzo per vedere un edificio che non è idoneo nè per un teatro e nè per un cinema”. Infine lo stadio, un’accusa pesantissima a quasi 48 ore dal fischio di inizio della serie D dove la prima giornata di campionato ha messo davanti ai ladispolani l’Avellino. “Per il campo sportivo sono stati spesi più di 2 milioni di euro per un impianto non a norma per la sicurezza, incompleto di una tribuna per gli ospiti e senza una copertura della stessa tribuna, il sole cocente d’estate e le piogge d’inverno sono un vero disagio per i genitori che portano i bambini a giocare allo stadio e una carenza anche per tutti i tifosi che la domenica vanno a vedere la prima squadra”.
Parole, quelle di Ardita, che faranno senz’altro discutere. (agg. 15/09 ore 13)
 

ULTIME NEWS