Pubblicato il

Viale Traiano, riapre il cantiere

Viale Traiano, riapre il cantiere

Fiumicino. In programma anche lo sfalcio del verde sulle piste ciclabili. Caroccia: "Lavori fermi per problemi burocratici, ora tutto risolto"

FIUMICINO – «Lunedì inizieranno i lavori di pulizia delle piste ciclabili lungo il Tevere e di quella di via Coccia di Morto. Sempre lunedì riprenderanno i lavori nel cantiere di viale Traiano».Queste le parole di Angelo Caroccia, assessore ai lavori pubblici, in un post sulla su pagina Facebook, annuncia la ripresa dei lavori su Viale Traiano, precisando: «Molti di voi in questi giorni mi hanno chiesto, qui su questa pagina, informazioni sia rispetto al taglio dell’erba sulle piste ciclabili e sia rispetto al cantiere di viale Traiano. Ne approfitto per rispondere su entrambe le questioni». «Gli operai inizieranno il lavoro di pulizia delle prime piste ciclabili già lunedì mattina. In particolare interverremo su quella che si trova sull’argine del Tevere e su quella di viale di Coccia di Morto, dove lo sfalcio è sicuramente più urgente». «Per quanto riguarda invece l’altra domanda che giustamente facevate nelle ultime ore, quindi sul cantiere di viale Traiano, sono felice di dirvi che sempre lunedì la situazione si sbloccherà», spiega l’assessore. «In questo caso in particolare lo stop era stato provocato da intoppi burocratici che abbiamo dovuto risolvere prima di poter proseguire con l’opera. Finalmente ora ci siamo e il cantiere potrà riprendere, ci auguriamo speditamente tanto da poter riconsegnare alla città questa importante fetta di territorio tanto centrale», conclude Caroccia. Nei giorni scorsi, i consiglieri di opposizione Mario Baccini, Alessio Coronas, Valerio Addentato e Roberto Severini avevano presentato un’interrogazione urgente al Sindaco e all’assessore Caroccia per conoscere lo stato dell’arte e la documentazione sul cantiere aperto in Viale Traiano. «Chiediamo – spiegavano i consiglieri nell’interrogazione urgente – quali saranno i tempi e i costi reali del completamento dell’opera secondo il progetto presentato e quali siano state le valutazioni di impatto ambientale di questa operazione e la documentazione relativa al completamento lavori».

ULTIME NEWS