Pubblicato il

Mecozzi: "Nessuna attenuante se si parla di bambini"

Il consigliere del Polo democratico chiede un rapido intervento per rimettere in sicurezza le due entrate della scuola elementare di via Buonarroti 

Il consigliere del Polo democratico chiede un rapido intervento per rimettere in sicurezza le due entrate della scuola elementare di via Buonarroti 

CIVITAVECCHIA – “Vedere le due entrate della scuola elementare di via Buonarroti protette da un lungo transennamento, che sta lì da mesi, e da una mantovana realizzata a tempo di record fa drizzare i peli delle braccia se si pensa che sotto ci passano gli alunni dell’istituto”. 

Parola del consigliere comunale del Polo democratico Mirko Mecozzi che torna a puntare il dito contro l’amministrazione comunale: “ce ne sarà stato di tempo – si domanda Mecozzi – questa Estate per mettere in sicurezza le parti della facciata e del cornicione che presentavano situazioni di rischio? Perché ridursi anche in questo caso ad affrontare i lavori all’inizio delle lezioni dell’anno scolastico 2018 – 2019 e contestualmente anche a fine mandato ed a ridosso, guarda caso, della campagna elettorale ormai in corso?”.(agg. 15/09 ore 17.07) segue

LE OPERE ANCORA NON REALIZZATE. Duro il consigliere di minoranza che si scaglia contro i pentastellati elencando le varie opere – e promesse – che ancora devono vedere la luce: “Vada per l’appalto stradale, per l’appalto fognario, per i lavori al cimitero, per quelli delle aree periferiche riguardanti i lavori di urbanizzazione, per la sistemazione del condotto fognario franato di via Giordano Bruno, per i lavori nei parchi della Resistenza e Palazzo d’Acciaio eccetera, ma le scuole proprio no – tuona – quelle vanno escluse da questo modus operandi di agire, vanno immediatamente messe in sicurezza, li ci vanno a studiare i bambini e quando si parla di bambini non è concessa nessuna attenuante a nessuno se non si interviene con la massima tempestività, ne va della loro sicurezza”. (agg. 15/09 ore 17.30)

“PIU’ SICUREZZA PER I BAMBINI”. Per Mecozzi non ci sono dubbi, al di là delle parole e delle giustificazioni, in questo caso si deve intervenire immediatamente “per cui meno chiacchiere e più concretezza specialmente quando ne va della tranquillità – conclude – protezione e sicurezza dei bambini”. (agg. 15/09 ore 18)

ULTIME NEWS