Pubblicato il

Chiara Bordi sul podio di Miss Italia

Chiara Bordi sul podio di Miss Italia

Facchinetti agli haters: "Sono dei deficienti". La 18enne: “

TARQUINIA – Chiara Bordi è la terza ragazza più bella d’Italia. E scusate se è poco.  Lunedì sera la 18enne di Tarquinia, primo caso a sfilare con una protesi alla gamba sinistra, per un soffio non ha raggiunto l’ambita corona di Miss Italia. Ma per la sua Tarquinia è lei l’indiscussa vincitrice. La sua sfida infatti Chiara l’ha già vinta: far capire alla gente che «non bisogna aver paura di mostrarsi al mondo così come si è». E lei, sia chiaro, è bellissima.

Una bellezza vera, autentica, che è apparsa in tutta la sua naturalità. Chiara ha affrontato col sorriso e con grande coraggio la finale di Miss Italia, storico concorso di bellezza firmato da Patrizia Mirigliani e la giuria, come pure il pubblico da casa, l’hanno molto apprezzata. Chiara ha sfoggiato la sua protesi  come un gioiello, perché in fondo a lei ciò che brilla di più è il cuore. E non c’è frase o commento, di persona vera o presunta o hacker, o aspirante miss, forse un po’ invidiosa, che abbia potuto scalfire il suo travolgente sorriso, conquistato dopo tanto dolore quando, cinque anni fa, un incidente in motorino la mise di fronte, a soli 13 anni, ad una tragedia dalla quale lei stesse sembrava non poter mai più uscire.
E invece, dopo un primo momento di scoraggiamento, Chiara Bordi è rinata. E continua a rinascere e crescere in ogni importante traguardo che riesce a raggiungere nell’unico obiettivo che si è prefissata:  mostrare al mondo che la “diversità non è vincolante”.
Qualcuno, non ancora identificato con certezza (sarà avviata un’indagine da parte della polizia postale dopo un post apparso su Facebook nel profilo di Mirella che tuttavia disconosce quelle frasi), l’ha chiamata “storpia”, ma lei non si è scoraggiata ed anzi ha mostrato, ancora una volta, tutta la sua superiorità. “Della vittoria – aveva infatti detto Chiara pochi giorni prima della finale – non mi interessa niente, tantomeno di fare pena, perché posso assicurare che la pena è l’ultima cosa ricercata e la prima odiata da me e da qualsiasi altro tipo di disabile. Sto facendo tutto questo per mostrare alle persone ottuse (appunto) che una ragazza senza un arto può gareggiare al pari di tutte, che la diversità non è vincolante, che la vita non si interrompe mai ed è sempre bella, anche quando sembra che ce l’abbia con te, che da un dramma si rinasce e si cresce più forti di prima, tutto sta nel saper reagire».

Sugli insulti a Chiara attraverso i social è voluto intervenire anche Francesco Facchinetti (che ha condotto la serata insieme alla bella giornalista Diletta Leotta), con parole forti e decise: «Io quando ero giovane e volevo dire la mia andavo al bar e ricordo che per i primi anni dovevo ascoltare e se dicevo una cosa fuori posto mi arrivava uno scappellotto da dietro. – ha detto Facchinetti – Purtroppo internet non ha questa mano da dietro che quando dici una cosa fuori posto ti tira uno scappellotto e ti educa. Quindi mi rivolgo a chi ha offeso Chiara, chiamandola storpia e voglio dire a queste persone: siete dei deficienti, i vostri genitori non vi hanno mai educato e un bello schiaffo non ve lo hanno mai dato. E questo è un grande dispiacere: siamo nel 2018 e cose del genere non dovrebbero più succedere».

Soddisfatta del risultato la bella Chiara che affida ai social un commento sull’esperienza vissuta fino a poche ore prima: : “Il mio percorso a Miss Italia si conclude con un bellissimo terzo posto ed io non potrei essere più felice di così! Dire che è stata un’esperienza fantastica penso sia scontato, non mi aspettavo tutta questa soddisfazione che, dopo tutto lo sforzo, la fatica, la stanchezza credo sia anche normale, dietro alla diretta di ieri c’è tanto tantissimo lavoro e tante persone e io mi sento di ringraziare ognuna di loro. Hostess, fotografi, organizzatori, truccatori, parrucchieri, sarti, coreografi, (e chi più ne ha più ne metta) tutti che ci mettono il proprio e tutti che subiscono lo stress che spesso questo ambiente può portare ma che, alla fine, da tante soddisfazioni. E poi non posso non ringraziare le altre 32 finaliste, ho avuto modo di conoscere caratteri, personalità, storie diverse che provengono da tutte le parti d’Italia e mi sono affezionata ad ognuno di loro in un modo unico. Nonostante tutto c’è sempre stato un clima gioioso e, alla fine, posso dire di essermi trovata veramente come in una seconda famiglia. Che dire, ho aspettato tantissimo il momento di tornare a casa e, ora che si avvicina, ora che è il momento dei saluti mi cresce un nodo in gola e sì, mi mancherà tutto questo”.
“Di me – ha aggiunto Chiara – posso dire che mi sento cambiata, mi sento più forte, più sicura. Ho sempre detto che “speravo” che il mio messaggio arrivasse a quante più persone possibili, oggi, il giorno dopo la finale, mi sento veramente bene con me stessa perché io ci ho messo veramente tutto, e tutto questo è ripagato da tutti i messaggi che mi sono arrivati, da tutto il sostegno (e vi faccio un ringraziamento enorme perché mi avete dato sempre un motivo in più per non buttarmi giù), da tutte le persone che mi hanno salutato dicendomi “ti porterò sempre nel cuore”. Non c’è cosa che mi rende più felice, non c’è vittoria più bella! GRAZIE per avermi fatto vivere tutto questo, sarà sempre uno dei ricordi più belli da portere con me. #missitaliafaladifferenza #MissItalia2018 #terzaclassificata #ilimitisonosolomentali #grazie”.

ULTIME NEWS