Pubblicato il

Ruba alla Coin: arrestato dalla Polizia

RIMINI – Alle ore 11.00 circa di ieri, su disposizione della locale sala operativa, un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna, assegnato a Rimini a supporto dell’attività di controllo del territorio, si è recato in Corso D’ Augusto presso il negozio “COIN”, dove era  stato segnalato un furto; immediatamente giunti sul posto, gli agenti hanno preso contatti con il personale addetto alla vigilanza, che ha raccontato loro di aver visto entrare in negozio un signore sui sessanta anni, con un borsello tenuto a tracolla e in mano una borsa in carta chiusa con un adesivo sulla parte centrale superiore che ad occhio pareva non contenere nulla. L’uomo poi è stato visto salire le scale fino al reparto donna sito al secondo piano, dove ha prelevato da uno scaffale espositivo un giubbino da donna in pelle, del valore di circa 200 euro. Tenendo il capo in mano, è poi sceso per le scale per recarsi al primo piano presso il reparto uomo. Anche lì, sempre da uno scaffale espositivo, ha prelevato un piumino di colore nero, questa volta modello maschile.

 

L’INTERVENTO DI UN ADDETTO ALLA VIGILANZA

L’uomo, con i capi in mano, si è infine portato in un luogo appartato e poco visibile sia da parte della clientela che degli addetti ai lavori, precisamente dietro il muro della scala mobile; qui, dopo aver messo il piumino sul braccio destro, ha nascosto il giacchetto da donna all’interno della borsa di carta di colore marrone con cui era stato visto entrare.
In quel frangente l’addetto alla vigilanza ha chiaramente visto l’uomo strappare con forza le placche antitaccheggio dal capo in pelle, cercando di nascondere il movimento ponendo il piumino come schermo nei confronti di eventuali testimoni o telecamere. Notato tale comportamento, l’addetto avvisava il responsabile del negozio (che segnalava subito il fatto al centrale operativa della Questura) senza mai perdere di vista l’uomo, che nel frattempo aveva abbandonato il piumino scendendo le scale e dirigendosi verso l’uscita. Il ladro non si è ovviamente fermato alle casse relative ai piani dell’abbigliamento né tantomeno a quelle ubicate al pian terreno, oltrepassando con il giubbino da donna occultato nella borsa di carta di colore marrone le barriere anti-taccheggio poste sulla porta che, vista la mancanza del dispositivo antitaccheggio precedentemente staccato dal capo di abbigliamento, non sono entrate in funzione con l’allarme sonoro.  (Agg.20/9 ore 20,18)

BLOCCATO POCO DOPO DAI POLIZIOTTI

Uscito dalla porta celermente, l’uomo si è quindi diretto verso via Serpieri in direzione del Duomo, ove poco dopo è stato fermato dai poliziotti intervenuti sul posto. L’ uomo (un 58enne originario della Georgia) che annoverava a proprio carico altri precedenti di Polizia specifici per furto aggravato, è stato accompagnato in Questura per l’identificazione e tratto in arresto per furto aggravato oltrechè denunciato per immigrazione clandestina. Nella mattinata odierna all’uomo, al termine del processo con rito direttissimo, è stata applicata la misura cautelare di divieto di dimora nella provincia di Rimini.  (Agg.20/9 ore 20,23)

ULTIME NEWS