Pubblicato il

Tidei: «Santa Marinella vive una fase delicata: siamo quasi a 30 milioni di debito»

Il sindaco invita le forze politiche ad abbassare i toni

Il sindaco invita le forze politiche ad abbassare i toni

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Il sindaco di Santa Marinella Pietro Tidei invita tutti ad abbassare i toni ad evitare polemiche in un momento così delicato per la città. 
«Appena ci siamo insediati – spiega il sindaco – abbiamo ereditato una proposta di bilancio che presentava un disavanzo di quasi tre milioni di euro. In due mesi di duro lavoro, siamo riusciti a ripianare il bilancio e a rimetterlo in equilibrio. Pochi giorni fa, si è insediato l’organo straordinario di liquidazione che, secondo una disposizione legislativa, pretende circa altri due milioni e 400mila euro per somme che verranno riscosse per crediti passati.
Un’altra tegola che si abbatte su questo martoriato Comune. 
Cosi, oltre ai tre milioni di euro trovati, ora ne dovremmo trovare altri due milioni e 400mila che, aggiunti ai 17 milioni di residui attivi cancellati dalla Commissaria perchè falsi e quindi inesigibili, fanno una cifra da capogiro. 
Aggiungiamo i sei milioni e 300mila euro di contributo di solidarietà che il Comune è costretto a pagare ingiustamente allo Stato e siamo a quasi a 30 milioni di debiti». 
«Questa è la drammatica situazione nella quale siamo costretti a lavorare, – aggiunge il primo cittadino di santa Marinella – aspettando purtroppo che prima dell’anno prossimo, l’organo di liquidazione ci approvi il bilancio per iniziare a lavorare seriamente».
«In una situazione così drammatica – conclude Tidei – anziché di polemiche spesso inutili, abbiamo bisogno dello sforzo e dell’aiuto di tutti, al di là dell’appartenenza politica».

ULTIME NEWS