Pubblicato il

‘‘Rissa’’ sulla legalità in Comune

‘‘Rissa’’ sulla legalità in Comune

Fiumicino. Feroci polemiche dopo l’istituzione della ‘‘Notte Bianca’’

FIUMICINO – «L’iniziativa della notte bianca della legalità a Fiumicino (leggi qui l’articolo) è lodevole e necessaria per sensibilizzare i cittadini su un tema così importante. Ma sembra essere ridotta a una barzelletta». Durissimo attacco al primo cittadino da parte di alcuni consiglieri di opposizione e rappresentanti di partiti o liste politiche sul territorio. Nel mirino le iniziative sulla legalità, giudicate “incoerenti”, e la storia del processo relativo alle spese in Regione Lazio.  Capofila di questa battaglia è l’ex candidato sindaco Mario Baccini. «Un appuntamento sociale così importante e delicato – prosegue il comunicato – dovrebbe essere affrontato da chi ogni giorno fa della correttezza politica, istituzionale ed amministrativa un baluardo, mentre a Fiumicino sul palco a parlare di legalità nella notte bianca ci sarà il sindaco Esterino Montino che attualmente è sotto processo. A settembre 2017, infatti – spiega la nota stampa inviata dall’opposizione – il gup del tribunale di Roma ha rinviato a giudizio 14 ex consiglieri regionali del Pd accusati a vario titolo di abuso d’ufficio, truffa e peculato. Sul banco degli imputati anche l’ex presidente del gruppo Pd in Regione Esterino Montino, oggi sindaco di Fiumicino in attesa di sentenza. Ricordiamo – prosegue la nota – che Montino per un avviso di garanzia chiese le dimissioni protestando con veemenza contro il presidente della Regione Lazio di centrodestra ed oggi senza vergogna e da imputato tiene a battesimo la notte della legalità. Legalità è anche coerenza, per molto meno avrebbe già dovuto rassegnare le dimissioni, invece oltre ogni pudore e decenza continua a prende in giro l’intelligenza dei cittadini. A questo punto non ci resta che chiedere che venga in consiglio a spiegare le sue posizioni, ma se continua a evocare la piazza sui temi della legalità sarà la piazza a giudicarlo». (agg. 29/09 ore 8.05) segue

I FIRMATARI DEL COMUNICATO. Il comunicato stampa è firmato da Mario Baccini, Roberto Severini, Alessio Coronas, Quirino Secci, Massimiliano Catini e Anselmo Tomaino, Massimiliano Graux, Orazio Azzolini e Desiree Stazi. Immediata la replica: «Le dichiarazioni di alcuni consiglieri di centrodestra, tra cui Baccini, e di alcuni esponenti politici di quell’area in merito alla presenza del Sindaco alla Notte Bianca della Legalità (leggi qui l’articolo) sono un’imperdonabile offesa alla Città, oltre che l’ennesima buona occasione persa per tacere» E’ l’incipit di un comunicato a firma Barbara Bonanni, Stefano Calcaterra, Massimo Chierchia, Claudio Cutolo, Maurizio Ferreri, Armando Fortini, Valentina Giua, Paola Magionesi, Raffaele Megna, Paola Meloni, Giampaolo Nardozi, Angelo Petrillo, Ciro Sannino, Alessandra Vona, Fabio Zorzi. (agg. 29/09 ore 8.30)

MAGGIORANZA AL FIANCO DEL SINDACO. L’intera maggioranza si schiera al fianco del Sindaco. «Una campagna elettorale – prosegue la nota – che continua imperterrita, quella di una parte dell’opposizione, nonostante gli scarsi risultati ottenuti seguendo questa linea. Al bene della Città non pensano mai: non è una loro priorità. Preferiscono la mediocre e grottesca polemica fine a se stessa, per quanto mediaticamente rumorosa. Sbeffeggiano di fatto la maggioranza degli elettori che ha espresso con chiarezza a quale Sindaco affidare il futuro della Città. Certi consiglieri d’opposizione, dato che ricoprono un ruolo istituzionale dovrebbero conoscere la Costituzione che affida alla magistratura il compito di emettere sentenze. Ma la storia ci insegna a non essere troppo ottimisti sul loro grado di conoscenza e di onestà intellettuale. Eppure, in particolare Baccini e Graux dovrebbero sapere cosa è una sentenza in via definitiva, dato che il loro leader politico, Silvio Berlusconi, ne ha già avuta una. Il tentativo di gettare false ombre e fango su un evento che dà lustro all’intera Città e che ospita familiari di vittime di mafia e criminalità, attori e nomi di rilievo e prestigio assoluti, studenti e associazioni, è spicciola e ridicola rivalsa politica. È inoltre indice del poco rispetto che alcuni consiglieri dell’opposizione ed esponenti politici a loro vicini mostrano per il tema della legalità e per il grande sforzo che la Città sta facendo in tale direzione. Noi, invece, preferiamo ringraziare per il loro prezioso contributo i cittadini e tutti coloro che hanno ancora voglia di credere in una società più pulita e garante della libertà e dei diritti fondamentali». (agg. 29/09 ore 9)

ULTIME NEWS