Pubblicato il

Lunedì scatta il censimento della popolazione

Lunedì scatta il censimento della popolazione

Dal 7 ottobre verranno intervistate nel Comune di Cerveteri circa 200 famiglie  

CERVETERI – Lunedì parte il censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. Per la prima volta l’Istat rileva, con un cadenza annuale e non più decennale, le principali caratteristiche della popolazione dimorante sul territorio e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale.
A differenza delle passate tornate censuarie, il nuovo censimento non coinvolge tutte le famiglie che dimorano abitualmente sul territorio italiano, ma solo un campione di esse. Ogni anno le famiglie chiamate a partecipare sono circa un milione e quattrocentomila, residenti in 2.800 comuni italiani. (agg. 29/09 ore 10.13) segue

IL CENSIMENTO. Inoltre, solo una parte dei comuni (circa 1.100) è interessata ogni anno dalle operazioni censuarie, mentre la restante è chiamata a partecipare una volta ogni 4 anni. In questo modo, entro il 2021, tutti i comuni partecipano, almeno una volta, alle rilevazioni censuarie. La nuova strategia censuaria è basata su una gestione più snella della raccolta dati da parte degli enti locali, che comporta una riduzione dei costi e del disturbo statistico sulle famiglie.
Un cambiamento che mira a fornire informazioni necessarie per le istituzioni e per le politiche economiche e sociali,  che le utilizzano per programmare in modo ragionato, pianificare attività e progetti, erogare servizi ai cittadini italiani e agli stranieri che vivono in Italia e monitorare politiche e interventi sul territorio.
Il Comune di Cerveteri partecipa fin da subito alla rilevazione censuaria. Dal 7 ottobre verranno intervistate nel nostro Comune circa 200 famiglie. I questionari non saranno più in formato cartaceo ma sarà possibile avere un aiuto da parte dei rilevatori per coloro che non hanno accesso ai mezzi informatici. 
Aderire è un obbligo di legge e per le famiglie è previsto l’obbligo di risposta fornendo i dati richiesti. Sono previste sanzioni per coloro che si rifiutano di rispondere alla rilevazione per i quali si configura la violazione dell’obbligo di risposta. (agg. 29/09 ore 10.45)

COME RICONOSCERE IL PERSONALE INCARICATO. Il rilevatore comunale è munito di un tesserino di riconoscimento sul quale è presente la foto, il nome e cognome del rilevatore, il Comune di appartenenza, la firma di un funzionario comunale e il timbro del Comune. 
Il rilevatore deve esibire il tesserino ogni volta che si presenta a un cittadino; a sua volta, il cittadino può chiedere al rilevatore di esibire un documento di riconoscimento (carta d’identità, patente ecc.), cosa che il rilevatore è tenuto a fare. (agg. 29/09 ore 11.30)

ULTIME NEWS